L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Sessualità

08/03/2006 15:24:35

Conseguenze del neurinoma della cauda

Vorrei sapere se è possibile che un neurinoma della cauda, diagnosticato e curato chirurgicamente con successo nella prima adolescenza (fine anni '60), possa pregiudicare per sempre lo svolgimento di una normale vita sessuale del paziente (attualmente cinquantenne), esitando in una totale incapacità di raggiungere l'orgasmo con altri modi che non la masturbazione, senza che si lamenti calo del desiderio o deficit erettile. Può essere tale modalità eiaculatoria esclusiva il risultato di una qualche lesione neurologica avvenuta nel corso dell'intervento chirurgico di tanti anni fa?

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del11/03/2006

E' molto difficile , vista la sua storia clinica come da lei brevemente accennata , pensare ad un danno neurologico così "selettivo" . Il suo problema sembra più legato a tematiche di tipo psicologico o comportamentale. Comunque contatti un andrologo che , fatte le eventuali valutazioni neurologiche , potrà indicarle più correttamente le cause ed eventualmente impostare la terapia più mirata. Cordiali saluti.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Andrologia
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Specialista in Urologia
MILANO (MI)


Altre risposte di Sessualità







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra