L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Scheletro e Articolazioni

30/05/2006 00:57:04

Consigli terapeutici ed esami

Salve,
Sono una donna di 52 anni, da 10 anni circa in menopausa, e che ha fatto terapia ormonale con Extracomb cerotti, per 5 anni.
Circa un anno fa a seguito di trauma, o meglio così pensavo, dovuto all’aver sollevato un borsone piuttosto pesante sulla spalla sinistra, ho cominciato a sentire dolore ogni volta che provavo a sollevare, stendere o portare in dietro il braccio sx.
Inoltre dopo un po’ ho accusato un formicolio al dito mignolo e all’anulare della mano sx.
Sono stata da un medico fisiatra il quale mi ha prescritto alcuni esami.
Rx articolaz. Scapolo – omerale sx, Referto:normali i rapporti articolari gleno omerali. Ispessita la regione del trochide. Non si osservano calcifiche periarticolari.
Densitometria ossea con densitometro Hologic 4500 W, Referto: l’esame ha messo in evidenza la presenza di contenuto minerale osseo (BMD total) pari a 0,764 g/cmq. Tale valore di BMD corrisponde al 71% del valore minerale per i giovani adulti sani. Il T score è pari a -2,86
Diagnosi: osteoporosi.
Esame elettromiografico, Danno neurogeno nei miomeri C6-C7 a sinistra
Ecografia spalla sinistra, Referto: cuffia di normale spessore ed ecostruttura lievemente disomogenea, borsa sub-acromiondeltoidea nella norma, lieve ispessimento del tendine del capoluogo del bicipite, con minima distensione della sua guaina sinoviale, assenza di versamento intra – articolare.
Rachide cervicale, Appiattimento della fisiologica lordosi, note di spondilosi diffusa spazi intervertebrali conservati.
Rx O.P.T., Referto: Non lesioni apicali, parodontite diffusa.
Inoltre ho eseguito esami accurati di sangue e urine che hanno evidenziato valori nella norma.
A seguito di tali accertamenti lo specialista mi ha prescritto prescritto una terapia x 3 settimane di Gabapentin Teva 300mg. 1 caps a sera.
Il mio medico di base ha ritenuto non farmi eseguire la terapia indicata bensì: una terapia a base di Nimesulide – ratiopharm 100 mg. per 20 gg una bustina a sera.
Dovevo anche cominciare la terapia con Actonel 35mg e Difix 0,25 mcg che nn ho mai fatto visto che, sempre il mio medico di base ha ritenuto prematuro eseguirla visto che, (parole sue) questa è una terapia da eseguire a vita.
Conclusione, il dolore al braccio/spalla è sparito pur continuando una certa irrigidità e mancanza di forza generale e il formicolio permanente.
A circa un anno inoltre, questa volta senza nessun motivo traumatico, si è presentato dolore lancinante al braccio dx se mosso repentinamente o disteso con relativa sensazione di poca forza.
Ora, il mio Medico di base mi ha prescritto nello specifico: 10 sed. Di Elettroterapia Antalgica, 10 sed. di Elettroterapia Antalgica tens, 10 sed. di Ried. Motoria indiv. In Motuleso Segmentale Semplice.
Non avendo fatto la terapia consigliata dal Medico Fisiatra non sono più stata da lui, né ho fatto fisioterapia per motivi personali.
Sulla base di queste informazioni, sa darmi un consiglio?
Mi aiuti, sono veramente preoccupata, sono una persona giovane, peso nella norma.
Ringraziandola per l’attenzione, attendo fiduciosa un suo consiglio.
Distinti saluti.

Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del05/06/2006

Potrebbe avere una sindrome compressiva del nervo ulnare al gomito.

Dott. Giuseppe Internullo
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Ortopedia e traumatologia
CALTAGIRONE (CT)


Altre risposte di Scheletro e Articolazioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra