L'esperto risponde

Dica33.it offre ai suoi utenti la possibilità di trovare online una risposta a problemi e dubbi di salute. Il servizio è gratuito e subordinato alla cortese disponibilità dei medici della comunità Medikey.


Domanda di: Infezioni

13/10/2007 15:45:26

Consiglio anemia

Sono una ragazza di 20 anni, a seguito di ricorrenti episodi febbrili, ho eseguito nel mese di giugno una serie di esami che hanno evidenziato:

tampone faringeo positivo per streptococco a emolitico non gruppo D;
ecocardiogramma: lieve ispessimento del LAM, con minimo rigurgito non significativo emodinamicamente;
eco addome e tiroide negativi;
emocromo: leucociti 7.29, eritrociti 4.43, HB 12.0 g, ematocrito 34.1, vol. med. cell. 76.9, MCH 27.0, HDV 3.41, linfociti 53.5, neutrofili 31.8, ferro non emoglobinico 32, VES 42 mm, TSH 5.90, formula leucocitaria: lieve sbilanciamento dei subsets T Helper/T Suppressor con riduzione del rapporto CD4/CD8. Nella norma le altre sottopopolazioni linfocitarie esaminate.
Ferritina: 5.0.
Mi è stato consigliato di assumere Ferrograd compresse (1 die) e ripetere gli esami a distanza.
Ho ripetuto gli esami in Settembre, con i seguenti risultati:

quadro prot. el. : albumina 53.1%, alfa1 3.4%, alfa 2 12.0%, beta 1 9.7%, beta 2 5.6%, gamma 16.2%, rapparto a/g 1.13.
ferro non emoglobinico 25 mcg, ferritina 4 ng, VES 29 mm, Proteina C 3.7.
Titolo antistreptolisinico 223 U.A.S./ml.
emocromo: leucociti 6.10, eritrociti 4.77,HB 11.7, HT 35.1, MCV 73.6, MCH 24.5, MCHC 33.2, piastrine 287x10 .e3/ul, neutrofili 32.3, linfociti 55.7, monociti 7.5, eosinofili 1.50, basofili 0.50.
esami tiroidei nella norma;
urinocotura positiva per escherichia coli.
Devo dire che non ho assunto le compresse in quanto mi provocavano bruciori di stomaco, ho però seguito un'alimentazione varia e regolare.
In seguito alle analisi di settembre, il mio medico, oltre l'antibiotico per l'urinocoltura, mi ha consigliato di assumere Ferrograd compresse e dieta adeguata, aggiungo inoltre che dal mese di gennaio assumo estroprogestinico in quanto avevo un ciclo irregolare e doloroso.
Vi scrivo per sapere se non è il caso di fare altre indagini,per escludere la presenza di patologia connesse all'assorbimento del ferro, visto che comunque non mi sento in forma, accusando: spossatezza, mal di stomaco, frequenti stomatiti e palpitazioni, mal di gola e otiti ricorrenti e dolori articolari localizzati alla colonna e alle ginocchia(soffro e sono stata operata nel 2005 di sublussazione rotulea).
Preciso che il mio ciclo mestruale non è particolarmente abbondante.
Nel caso non vi fossero altre patologie, è sufficiente ciò che mi è stato consigliato per reintegrare le mie riserve di ferro?
Nell'attesa di una VS risposta, cordiali saluti F.S.



Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui


Risposte:


Risposta del16/10/2007

E' un quadro non raro nelle giovani donne.
1- E' razionele indagare un eventuale Malassorbimento ( ricercare una Celiachia !)
2- una terapia marziale può essere eseguita anche per via venosa o per via intramuscolare, consigliabili specie
se vi è un Malassorbimento intestinale
3- La regolarizzazione del ciclio è indispensabile
E' ovvio che la integrazione delle sue riserve di ferro è conditio sine qua non per la regressione di gran parte
dei suoi disturbi.

Prof. Giovanni Angeli
Medico Ospedaliero
Specialista in Cardiologia
Specialista in Geriatria
Specialista in Medicina interna
BERGAMO (BG)


Altre risposte di Infezioni







© RIPRODUZIONE RISERVATA

VEDI ANCHE

PatologiePatologie
Esperto rispondeEsperto risponde
ServiziServizi




Copyright 2016 © EDRA S.p.A. - P. IVA 08056040960

edra