Igiene intima

20 giugno 2008

Igiene intima



Iniziata a settembre di quest'anno, l'Indagine Nazionale per lo sTudio di una corretta Igiene intima condotta da Medici Ostetrici ginecologi (in breve, INTIMO), si appresta a entrare nella sua seconda fase. 
La prima fase, lo studio osservazionale realizzato grazie alla collaborazione dei ginecologi dell'AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani) e sostenuto da Procter & Gamble è durata 2 settimane. Hanno aderito 200 ginecologi distribuendo un questionario anonimo a oltre 2000 donne, dai 14 anni in su. I risultati preliminari di questi test confermano la necessità di una maggiore informazione sulle correlazioni esistenti tra pratiche igieniche abituali e infezioni vaginali.
Questi, infatti, i disturbi accusati, almeno una volta all'anno, dalla maggioranza del campione finora esaminato:

prurito 52,4%
bruciore 46,6%
infezioni vaginali 41,3%
perdite maleodoranti 25,6%
dolore durante il rapporto sessuale 27,7%

A dispetto di questi dati, tuttavia, il 74,1% delle donne e il 62,2% dei loro partner utilizza un detergente specifico per l'igiene intima. In attesa dei dati definitivi, che forniranno una fotografia delle abitudini igieniche, corrette e non, e della reale incidenza d'infezioni dell'apparato genitale, la campagna entra nella sua fase educazionale. Kit informativi, contenenti campioni omaggio di un noto detergente intimo, saranno distribuiti in circa 3000 ambulatori dell'AOGOI; oltre 1 milione di confezioni del detergente conterrà opuscoli educativi e ci saranno campagne televisive e rubriche radiofoniche volte a sensibilizzare le donne sul valore preventivo di una corretta igiene intima.
Questo detergente è stato accettato come sponsor perché è il primo clinicamente testato e, per questo, approvato dall'AOGOI. 
Indipendentemente dal prodotto che si sceglie di utilizzare, è comunque importante imparare come utilizzarlo bene e, soprattutto, quali sono i comportamenti scorretti che possono compromettere il delicato equilibrio dell'apparato genitale, sia femminile sia maschile. Certo le donne sono il bersaglio più esposto, perché anche banali infezioni possono lasciare strascichi importanti, ma gli uomini possono contribuire alla diffusione dell'infezione, quindi l'igiene è una prevenzione utile per tutti, già a partire dall'adolescenza.

Elisa Lucchesini




Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Calcola i percentili di crescita
Potrebbe interessarti
L'esperto risponde