Guarire manipolando

01 agosto 2002

Guarire manipolando



In particolare approfondisce la macro-biomeccanica e la micro-biomeccanica degli apparati di movimento del corpo umano, e ricerca le tecniche manuali per la normalizzazione dell'organizzazione di questi apparati.
La vita è movimento, tutti gli apparati del nostro corpo sono organizzati per questo; una disfunzione di uno degli apparati provoca una situazione di crisi a tutto l'organismo. Questo principio semplice, ma di difficile studio, venne in mente ad un certo Dr. Andrew Taylor Still (1828-1917) nel 1864 dopo che perse la fiducia nella Medicina convenzionale, a causa della morte di quattro elementi della sua famiglia per meningite spinale. Nel 1874 egli cominciò a catalogare e ad usare, per curare i suoi pazienti, delle tecniche da lui messe a punto su dei principi che hanno come punto di riferimento la ricerca e lo studio della causa primaria della malattia, e finalmente nel 1892 a Kirksville nel Missouri fondò la prima scuola osteopatica, la American School of Osteopathy.
Mi permetta, il lettore di quest'articolo, di riportare la risposta alla domanda su cosa sia l'osteopatia, scritta dallo stesso A.T.Still nel suo libro "Filosofia e Principi meccanici dell'Osteopatia", il terzo dei quattro testi fondamentali per lo studio di questa splendida disciplina: 
"Che cos'è l'Osteopatia? È una conoscenza scientifica dell'Anatomia e della Fisiologia nelle mani di una persona intelligente e abile che la può applicare perché sia utile all'uomo quando è malato o nel caso in cui abbia subito sforzi, colpi, cadute, una disfunzione meccanica o una lesione qualsiasi. Un Osteopata ben istruito deve possedere la padronanza dell'anatomia e della fisiologia. Deve conoscere bene la pratica osteopatica, curando le malattie, aggiustando in maniera oculata le parti del corpo danneggiate da sovraffaticamento, cadute o da qualsiasi altra causa in grado di spostare anche un piccolissimo nervo dalla sua posizione normale, fosse anche solo per un millesimo di pollice. In una lievissima deviazione anatomica individua la causa dell'inizio di una malattia. Osteopatia significa conoscenza dell'anatomia della testa, della faccia, del torace, dell'addome, del bacino e degli arti e del perché la salute prevalga se tutte le parti sono sane. L'osteopata non si sente giustificato nel somministrare purganti e nemmeno clisteri, finché non abbia sistemato le viscere, cosi, che non ci siano ostruzioni che impediscono il passaggio della massa fecale. Procede come fosse un meccanico."
Come si può intendere, anche se i concetti fondamentali sono inamovibili, i rapporti con la Medicina Allopatica (tradizionale) sono radicalmente cambiati, vi è molta più collaborazione e l'osteopata, nelle sue valutazioni, si aiuta con la radiologia e le diagnosi dei vari specialisti. Questa splendida collaborazione ha incominciato a dare ottimi risultati nelle lombalgie e cervicalgie di varia natura che affliggono molte persone di qualsiasi fascia d'età. Non ho voluto appositamente schematizzare di che cosa si occupa la medicina osteopatica, ma rendere chiaro come ragiona l'osteopatia e qual è il suo approccio con la persona che, sofferente, si avvicina a questa magnifica disciplina.

Armando Ielo




Cerca notizie e approfondimenti in:

Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Cerca il farmaco
Dizionario medico


L'esperto risponde
Potrebbe interessarti
In giardino senza rischi: ecco il decalogo degli esperti
Scheletro e articolazioni
26 maggio 2017
News
In giardino senza rischi: ecco il decalogo degli esperti
Muffin alla banana con cioccolato e noci
Alimentazione
26 maggio 2017
Ricette
Muffin alla banana con cioccolato e noci
Gatto, intelligente come un cane
Mente e cervello
25 maggio 2017
News
Gatto, intelligente come un cane