A contatto fin da piccoli

12 maggio 2006

A contatto fin da piccoli



La miopia è un difetto di rifrazione che impedisce di mettere a fuoco gli oggetti lontani. Un occhio miope è più lungo del dovuto, ragion per cui il fuoco, cioè il punto nel quale vengono fatti convergere i raggi che entrano nell'occhio, si trova davanti alla retina. Questo tipo di miopia è detta assile, in quanto riguarda l'asse ottico dell'occhio e rappresenta la forma più comune, ma il difetto può essere dovuto anche a un errore di curvatura delle superfici rifrangenti dell'occhio o a modificazione dell'indice di rifrazione del cristallino. La miopia solitamente comincia a manifestarsi tra gli 8 e i 16 anni con un aumento repentino nell'adolescenza, per poi stabilizzarsi negli anni successivi. Ma è possibile fermarne la progressione? Secondo alcuni ricercatori americani si, anche se non in modo permanente.

Meglio rigide o morbide?
Da studi precedenti si sa che l'utilizzo di lenti a contatto semirigide può diminuire la progressione del difetto, il Contact Lens and Myopia Progression Study (CLAMP), condotto presso l'Università di Columbus in Ohio, si è quindi occupato di comparare gli effetti di due tipi di lenti a contatto, semirigide gas permeabili e morbide (usa e getta bisettimanali), sull'andamento della miopia in giovani tra gli 8 e gli 11 anni. I soggetti coinvolti sono stati 116, ai quali è stato assegnato in modo casuale uno dei due tipi di lenti. L'indagine è durata 3 anni con controlli oculistici ogni 12 mesi. Alla fine dello studio, nel gruppo di trattamento con lenti semirigide si è riscontrata una progressione della miopia (dovuta a una crescita dell'asse del bulbo oculare che porta a una variazione della curvatura della cornea) più lenta di circa il 30% rispetto al gruppo delle lenti morbide.

Questione di asse
Per ottenere un effetto definitivo bisognerebbe tenere sotto controllo non solo la forma, ma anche la crescita dell'occhio, le lenti semi rigide invece modificano la curvatura della cornea in modo reversibile senza rallentare la crescita assiale. Il miglioramento che si riscontra è quindi solo transitorio e non può essere considerato una cura per la miopia. Tuttavia l'utilizzo di lenti semirigide, già nell'infanzia, è un'opzione che oculisti e genitori dovrebbero prendere in cosiderazione quando è il momento di decidere in che modo correggere la miopia dei più piccoli. Infatti, anche se non impediscono il peggioramento del difetto visivo, contribuiscono al suo controllo e possono essere una valida alternativa all'utilizzo degli occhiali.

Ombretta Bandi

Fonte
Walline JJ, Jones LA, Mutti DO, Zadnik K. A randomized trial of the effects of rigid contact lenses on myopia progression. Arch Ophthalmol. 2004 Dec;122(12):1760-6.

 



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Cerca il farmaco
Dizionario medico


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde