Sintomi da fumatore

19 ottobre 2005
Focus

Sintomi da fumatore



Dell'ADHD, la sindrome da deficit di attenzione e iperattività, non si butta niente. Nemmeno il suo rapporto con la più o meno forte abitudine al fumo. Infatti, se l'ultima indagine pubblicata su questo tema risale ad alcuni giorni fa, esistevano già parecchi studi che mettevano in relazione questa contestata patologia e le sigarette. L'indagine in questione ha preso in considerazione un campione molto vasto di adolescenti, più di 15000, che avevano partecipato al National Longitudinal Study of Adolescent Health e che in quell'occasione erano stati seguiti dal 1995 al 2002. In questo campione sono poi stati identificati coloro che presentavano sintomi di disattenzione, oppure di iperattività (tratti impulsivi...), oppure entrambi. Le percentuali di giovani che presentavano, in base alle loro stesse dichiarazioni, queste caratteristiche erano in linea con quelle che di solito si ritrovano nella popolazione generale, e cioè dal 2,5 al 2,9%.

Si comincia un anno prima...
La seconda parte dell'indagine riguardava ovviamente il fumo: veniva definito fumatore regolare chi dichiarava di aver fumato almeno una sigaretta al giorno per 30 giorni nella sua vita. Però lo studio non voleva solo dimostrare, come è stato, che tra ADHD e fumo c'è una relazione, ma che quanto maggiore era il numero dei sintomi denunciati, tanto più consistente era la possibilità che la persona fumasse. E in effetti anche questa circostanza è stata confermata, ogni sintomo in più aggiungeva un 14% di possibilità se si era legato alla mancanza di attenzione e un 20% in più se si trattava di un sintomo legato all'iperattività. I ricercatori, al riguardo, sottolineano che questa associazione è attiva anche quando i sintomi non raggiungono la soglia del disturbo propriamente detto, cioè sono ancora subclinici. Approfondendo ulteriormente l'analisi si è visto che i fumatori con la sintomatologia dell'ADHD di solito hanno cominciato prima a 15 anni e mezzo circa anziché a 16 anni e mezzo.

... se ne fumano di più
Ovviamente, variava anche la quantità di sigarette fumate. I fumatori con zero sintomi di entrambi i tipi ne consumavano circa 10 al giorno, in media, quelli con il maggior numero di sintomi poco meno di 14.Infine, la depurazione statistica dei dati mostra che a contare è soprattutto il nuymero di sintomi legati a iperattività e impulsività a mostrare il vero legame con l'abitudine al fumo e con la sua intensità, anche in chi non presenta l'ADHD in forma conclamata.Certamente lo studio è stato pubblicato da una rivista qualificatissima, gli Archives of General Psychiatry, ma resta il dubbio che, al fondo, dica che chi è più irrequieto , se fuma, fuma di più. D'acchito non sembra una scoperta sconvolgente... A meno che non si voglia sostenere che dietro a ogni fumatore c'è un disturbo psichico. E questo, d'acchito sembra invece inquietante.

Marco Malagutti

Fonte
Kollins SH et al. Association between smoking and attention-deficit/hyperactivity disorder symptoms in a population-based sample of young adults. Arch Gen Psychiatry. 2005 Oct;62(10):1142-7.



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde