America

30 luglio 2004
Focus

America



E' ovvio che con la sua estensione in latitudine, il Nuovo Continente comprende situazioni climatiche differenti e, quindi, presenta differenti situazioni sanitarie con le qiali il viaggiatore deve fare i conti. L'America settentrionale (Stati Uniti, Canada, Bermuda) , per cominciare, non presenta situazioni di rischio differenti da quelle che può incontrare un cittadino europeo a casa propria. In alcune zone sono presenti malattie assenti o quasi in Europa, come la febbre delle Montagne Rocciose, ma si tratta di situazioni che ben difficilmente possono riguardare il turista. Il discorso cambia, almeno in parte, per il resto del Continente.

America centrale continentale (Belize, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua e Panama)
Tra le malattie veicolate da insetti, spiccano malaria e leishamniosi, presenti in tutti i paesi dell'area. Anche in questo caso si deve però distinguere tra aree rurali e aree urbane, dove il rischio è minore se non trascurabile. Sempre in tutti i paesi, ma solo nelle aree rurali, sono stati osservati piccoli focolai della tripanosomiasi americana (malattia di Chagas). In questi paesi possono manifestarsi anche il dengue e l'encefalite equina venezuelana.
Le infezioni trasmesse con acqua e alimenti sono invece abbastanza frequenti in tutta l'America Centrale continentale. Questa vanno dalle forme diarroiche sostenute da batteri all'amebiasi, alla febbre tifoide. Si tenga presente che spesso in America centrale sia la Salmonella typhi sia la Shyghella disenteriae sono resistenti ai farmaci antibatterici normalmente impiegati. Importante anche la presenza dell'epatite A e, in Messico, anche della E.

Caraibi (principali mete turistiche Antigua e Barbuda, Antille Olandesi e Statunitensi, Bahamas, Barbados, Cuba, Dominica, Giamaica, Guadalupa, Haiti, Martinica, Porto Rico, Repubblica Dominicana)
In quest'area le malattie trasmesse da insetti sono relativamente rare. La malaria endemica è presente solo ad Haiti e in parte della Repubblica Dominicana: sempre ad Haiti si osservano casi di filariasi umana e di tularemia. L'infezione da Fasciola epatica è endemica a Cuba, ma non costituisce una minaccia per il viaggiatore. Le infezioni intestinali sono frequenti e dovute soprattutto ad amebe e batteri; solo nelle isole settentrionali l'epatite A si presenta con una certa frequenza. In tutti i Caraibi è assente il colera. Repubblica Dominicana, Guadalupa, Martinica e Porto Rico sono caratterizzate da schistosomiasi endemica, ma sono in atto con successo misure di contenimento della malattia. 

America meridionale tropicale (Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Guyana Francese, Guyana, Paraguay, Perù, Suriname e Venezuela)
In questa area le malattie trasmesse da artropodi sono la principale causa di malattia, ma ancora una volta nelle aree rurali. In tutti i paesi la malaria, la malattia di Chagas e la leishmaniosi cutanea sono presenti in tutti e 10 i paesi. Fatta eccezione per il Paraguay e la zona a Est delle Ande, nelle foreste di questi paesi è presente la febbre gialla. In alcuni paesi si registrano epidemie di febbre emorragica. La bartonellosi, trasmessa dai flebotomi, è invece presente nelle vallate aride e sui pendii occidentali delle Ande.
Altrettanto frequenti le malattie a trasmissione feco-orale: epatite A, amebiasi, forme diarroiche batteriche, malattie da elminti. Anche la brucellosi è piuttosto comune in tutta l'area. Nel 1996 si sono registrati casi di colera in Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela.
Va tenuto presente che l'epatite B e D sono fortemente endemiche nella zona del bacino del Rio delle Amazzoni. I roditori possono trasmettere febbre emorragica da Arenavirus, in Bolivia e Venezuela, e una sindrome polmonare in Brasile e Paraguay. In Brasile, infine si registrano ricorrenti epidemie di meningite meningococcica.

America meridionale temperata (Argentina, Cile, Falkland e Uruguay)
In quest'area caratterizzata da un clima meno estremo, le malattie veicolate dagli insetti sono abbastanza rare, fatta eccezione per la tripanosomiasi americana. La malaria è presente soltanto nel Nord-Ovest dell'Argentina. Tra le malattie trasmesse da acqua e alimenti spicca la salmonellosi in Argentina dove, nelle regioni costiere, sono relativamente frequenti anche epatite A e parassitosi intestinali. Rara la febbre tifoide. In Cile si presentano epidemie di meningite meningococcica.

Maurizio Imperiali


Fonti

Steffen R et al. Medicina dei viaggi e salute del viaggiatore. CIC Edizioni Internazionali. 2004




Potrebbe interessarti
Lo smog intacca anche la salute delle ossa
Salute femminile
15 dicembre 2017
Notizie
Lo smog intacca anche la salute delle ossa
Energy drink: tanti i rischi per i più giovani
Alimentazione
14 dicembre 2017
Notizie
Energy drink: tanti i rischi per i più giovani
L'esperto risponde