Il consumo di marijuana

20 giugno 2008

Il consumo di marijuana



In questi giorni, dalle affermazioni del Ministrodella Sanità Umberto Veronesi, è emerso che l'uso di drogheleggere in Italia è un fenomeno estremamente diffuso tra glistudenti e rientrerebbe tra le abitudini (passate o meno) dicirca il 50% degli insegnanti in tutta Italia. In particolare,il Ministro, come conferma nel Comunicato n°018 del 13 gennaio2001 visibile online sul sito ufficiale del Ministero dellaSanità, riporta i dati dello studio multicentrico europeo Espad,promosso nel 1995 dal Consiglio d'Europa, i cui risultatiaffermano che in quell'anno il 43% degli studenti italianiaveva fatto uso di droghe leggere almeno una volta e, perlogica, buona parte dei docenti di oggi sono stati gli studentidi 10-15 anni fa.
Affermazioni forti, queste, che hanno acceso molte polemiche,soprattutto tra il mondo dei docenti. Ma è veramente così altala percentuale di uso di droghe leggere nel nostro Paese? E qualè il rapporto con i dati Europei? I dati che presentiamo qui diseguito possono chiarire un po' meglio la questione.
Prima di esporre i dati statistici di importanti ricercheitaliane, va specificato che quando si parla di drogheleggere intendiamo i derivati della pianta cannabis:marijuana e hascisc. La prima è caratterizzata dalleinfiorescenze e dalle foglie essicate della pianta, la secondaè prodotta dalla resina e dai fiori pressati della cannabis.Il principio attivo è il tetraidrocannabinolo (THC);nella marijuana la percentuale di THC può variare dallo 0,5% al5% (nelle varietà senza semi) e dal 7% al 14% (nelle varietàcon semi, dette "sinsemilla"); nell'hascisc, invece,le concentrazioni di THC variano dal 2% al 20%. Se fumato oinalato il THC crea particolari effetti (stato di ebbrezza,senso di benessere, allucinazioni uditive e visive, in seguitosonno riposante e tranquillo), che si manifestano dopo pochiminuti e la loro durata è di 2-4 ore; se ingerito, invece, glieffetti sono più lenti, ma più duraturi (fino a 8 ore). Aseguito di un'assunzione abituale, la quota di THC che siaccumula nei tessuti lipidici aumenta, e questo permette larilevazione nei liquidi organici anche dopo alcune settimane(28-45 giorni).
Ma veniamo ora ai dati statistici, in grado di darci un'ideadella diffusione del problema, in Italia e in Europa.
Quello che emerge dalle ricerche italiane sull'uso delledroghe leggere è che il consumo di cannabis si manifesta spessogià in giovanissima età, a partire dall'adolescenza nellasua prima fase; questo, indubbiamente, interferisce con lacrescita sui neuroni in una fase delicatissima dal punto divista neuroendocrino somatico e psichico. A quell'età,infatti, un uso regolare di cannabis genera un senso errato digrandiosità e una falsa conoscenza erroneamente percepita comecoscienza di alto livello (Baumrind e Moselle, 1985). Ladiffusione dello "spinello", comunque, è un fenomenodi massa, come sostengono i risultati di tre importanti indaginiitaliane:

Studio e autore

1. F. Mariani col - Val d'Aosta1987
n° di soggetti intervistati e sottoposti al test delle urine:
circa 1.000 n° di soggetti rilevatisi almeno una voltaconsumatori di cannabinoidi: 8,8%

2. U. Avico e col - Progetto todi 2 1992
n° di soggetti intervistati e sottoposti al test delle urine:
circa 26.000 n° di soggetti rilevatisi almeno una voltaconsumatori di cannabinoidi: 7,9%

3. U. Avico e col - Progetti todi 3 1994
n° di soggetti intervistati e sottoposti al test delle urine:
circa 26.000 n° di soggetti rilevatisi almeno una voltaconsumatori di cannabinoidi: 5,2%

4. S.P. Guelfi e coll - ESPAD/LIGURIA
n° di soggetti intervistati e sottoposti al test delle urine:
circa 1000 n° di soggetti rilevatisi almeno una voltaconsumatori di cannabinoidi: 14%

Altri dati rilevanti sono quelli segnalati ai prefetti per il possessodi droghe in Italia suddiviso per sesso e tipo di sostanzaforniti dalla Relazione annuale alParlamento sullo stato delle tossicodipendenze in Italia(1990-1998), Presidenza del Consiglio dei ministri -Dipartimento per gli Affari sociali:

MaschiFemmineTotaleEroina
63.480
7.554
71.034
Metadone676122798Morfina28943332Oppiacei2.3292922.621Cocaina11.75084912.599Amfetamine56235597LSD46846514EcstasyMDMAanaloghi3.1922503.442Cannabinoidi156.2547.920164.174Altresostanze1.2331201.343

Dalla fonte della Direzione CentraleServizi Antidroga - Ministero dell'Interno, invece,mostriamo i dati relativi ad un'indagine riguardante la quantitàdi droghe sequestrate in Italia, suddivisa per Regione, nel 1998,di cui preleviamo solo i dati riguardanti il sequestro diCannabis

RegioniMarijuanaPianteAbruzzo928,126Kg293Basilicata1.010,907Kg278Calabria1.007,200Kg153.152Campania224,592Kg8.021EmiliaRomagna387,901Kg636FriuliVenezia Giulia7.138,834Kg426Lazio624,271Kg2.339Liguria89,386Kg120Lombardia2.333,579Kg1.951Marche675,763Kg648Molise744,040Kg77Piemonte1.883,176Kg565Puglia17.571,422Kg479Sardegna183,170Kg850Sicilia1.314,825Kg15.662Toscana627,294Kg2.306TrentinoAlto Adige70,552Kg18Umbria193,178Kg75Valled'Aosta0,808Kg0Veneto1.425,048Kg1.844

L'allarme "droghe leggere",naturalmente, non è certo una realtà solo italiana: Secondo laRelazione annuale sull'evoluzione del fenomeno della droganell'Unione Europea 2000, realizzata dall'Osservatorioeuropeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT), lacannabis è la droga più diffusa in tutta Europa. Nellospecifico, è emerso che sono circa 45 milioni (1 su 5) glieuropei che hanno provato l'hascisc o la marijuana almeno unavolta nella loro vita; sono 15 milioni, invece, i cittadinieuropei tra i 15 e i 64 anni che ne hanno fatto uso nell'ultimoanno. Il consumo è maggiore nei gruppi di fasce di etàinferiori: circa il 25% dei giovani dai 15 ai 16 anni d'età eil 40% di chi ha compiuto 18 anni ha provato l'uso dellacannabis. Quest'ultima, inoltre, in base alla Relazioneannuale, è risultata la sostanza principale alla base dei reatidi droga, soprattutto nei casi correlati all'uso e al possessopiuttosto che a quelli legati al traffico. Dal 1997 ad oggi,infatti, i sequestri per possesso di droghe leggere sonoaumentati in modo considerevole. Al riguardo, riportiamo i datidel rapporto annuale 1998 dell'EMCDDA, relativi alla quantitàdi cannabis sequestrata nei Paesi dell'Unione Europea(1985-1997) - dati in Kg:

AnniItaliaBelgioDanimarcaGermania19851.43710.42951011.498198616.0263.7914722.675198713.0286.5621.2432.99819887.14913.0081.36911.350198923.2159.84472912.07319907.8797.9181.25013.64119919.7226.0211.70312.343199223.2339.5042.15212.166199312.01935.2171.27311.353199418.93159.90310.66525.693199515.39238.1042.41414.245199611.868106.6901.7729.355199759.76548.70546711.495AnniGreciaSpagnaFranciaIrlanda198552466.4008.248147198663847.86713.77716198713659.21012.613102198817090.94024.425237198968364.22517.852191199072670.07621.75411919911.985104.75133.1211.15419923.458121.43942.0705161993485160.16945.7844.02519946.142219.17658.0151.52719951.162197.02442.27015.61619963.374247.32166.8611.940199719.331315.32855.122nd.AnniLussemburgoOlandaAustriaPortogallo19855534.9013901.86919861547.8553005.50219872148.6171754.933198819068.23820535419891142.3051924.631199033109.7623209.60619912496.29212.1667.75319923594.59324811.7201993403138.22254652.5271994317238.25839440.425199512332.0866977.493199621102.9575175.36019973531.5139159.693AnniFinlandiaSveziaRegnoUnito1985151.41422.16519861032625.13619872557916.93619882442345.476198916747059.36919907260130.899199110763932.20419924837651.103199311856353.57419946945763.021199515252758.4841996103287101.1271997210660nd.

Annapaola Medina


Fonti
Ministerodella Sanità

Medicina legale e delle Assicurazioni. Cesare Gerin, FerdinandoAntoniotti, Silvio Merli. Società Editrice Universo. Roma 1987.

Tossicologia forense. Francesco Mari. Aspetti chimici e legali.CEDAM. Padova 1986.

Alikas J: Mariyuana use in psychiatric illness, in Mariyuana:Effects On Human Behaviour, Academic Press, New York 1974, pp.265-302.

Millman RB, Sbriglio R: Patterns of use and psychopathology inchronic mariyuana users. Psychiatr Clin North Am 9:533-545,1986.



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Torta rustica al radicchio, noci e bresaola
Alimentazione
20 ottobre 2017
Le ricette della salute
Torta rustica al radicchio, noci e bresaola
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
Salute femminile
19 ottobre 2017
News
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
L'esperto risponde