Meningite troppo federale

15 settembre 2004

Meningite troppo federale



Prevenire è la parola d'ordine, anche se non sempre si fa tutto il necessario. E' il caso per esempio della meningite, infezione grave, spesso gravissima, che pone a volte difficoltà di trattamento. Ma che è però prevenibile attraverso la vaccinazione, come prova l'esperienza britannica che ha sperimentato una caduta verticale dei casi dopo l'introduzione del vaccino. In Italia i dati sulla diffusione della meningite forniti dall'Istituto Superiore di Sanità sembrano indicare l'esistenza di uno "zoccolo duro": i casi nel 2002 sono stati 878 (235 da pneumococco e 223 da meningococco); nel 2003 996 (308 da pneumococco e 278 da meningococco); nel 2004 371 (108 da pneumococco e 162 da meningococco). Tutti dati che peraltro non sono definitivi, visto che l'esame dei referti provenienti da tutta Italia richiede tempo. E' giusto premettere che una sola vaccinazione non può dare l'immunità assoluta dalla malattia, visto che questa può essere causata da molti batteri differenti, ma è oggi possibile cautelarsi contro i due agenti eziologici più frequenti: il meningococco e lo pneumococco. Senza contare che lo pneumococco non causa soltanto la meningite, ma anche infezioni delle vie respiratorie e altre ancora. Se l'ostacolo alla diffusione della vaccinazione può venire da scarsa informazione, molto fa anche una situazione troppo variegata sul piano nazionale, come ha denunciato il MOIGE (Movimento Italiano genitori) che ha presentato una sua completissima indagine sulla disponibilità delle due vaccinazioni nelle diverse regioni e nelle diverse ASL. Questi i dati rilevati, dai quali si può concludere che il federalismo non pare, almeno in tema di salute pubblica, un'idea premiante.
I ticket richiesti dalle ASL si intendono per dose. (Meningococco C 3 dosi necessarie se si comincia a vaccinare a 2 mesi, 1 dose se si comincia a vaccinare a 12 mesi).

ABRUZZO
Vaccino antipneumococco. In ognuna delle 6 Asl il vaccino antipneumococcico è gratuito solo per i bambini a rischio, per tutti gli altri - complessivamente ci sono 72.000 bambini tra 0 e 5 anni - è richiesto un ticket di 52,20 euro. 
Vaccino antimeningococco. Nella regione il vaccino è dato gratuitamente solo ai bambini a rischio dalla Asl di Vasto - Lanciano. Per tutti gli altri è richiesto un ticket di 36,50 euro. 

BASILICATA 
Vaccino antipneumococco. Nelle 5 ASL della Basilicata la vaccinazione è gratuita soltanto per i bambini in comunità, per gli altri - la Basilicata ha 36196 bambini tra 0 e 5 anni - tutte le spese sono a carico della famiglia e non è nemmeno possibile somministrare il vaccino contro lo pneumococco presso la ASL.
Vaccino antimeningococco. La Basilicata si distingue, insieme all'Umbria e al Molise, per il fatto di non dare il vaccino contro il meningococco C a nessuno, né gratuitamente né con il pagamento di un ticket. 

CALABRIA
Vaccino antipneumococco. Nelle 11 ASL della Regione vivono 134.978 bambini da 0 a 5 anni. L'ASL di Vibo Valentia è l'unica che dà gratuitamente il vaccino contro lo pneumococco a tutti i bambini, tutte le altre lo danno gratis solo ai bambini a rischio, quelle di Catanzaro e Locri anche ai bambini in comunità. Chi non rientra in queste categorie deve pagare per intero il vaccino, eccezion fatta per la ASL di Reggio Calabria che prevede un ticket di 27 euro. Tuttavia, anche quando si sia acquistato il vaccino non c'è la possibilità di essere vaccinati gratis alla ASL.
Vaccino antimeningococco. Le ASL di Castrovillari, Lamezia Terme e Palmi non solo non prevedono nessuna situazione di gratuità ma lasciano i costi della vaccinazione contro il meningococco C interamente a carico della famiglia. Si distingue l'ASL di Catanzaro, che offre gratis il vaccino non solo ai bambini a rischio ma a tutti quelli che hanno un'età compresa tra 1 e 5 anni; a tutti gli altri chiede un ticket di 24 euro. Le ASL di Vibo Valentia e Locri danno gratis il vaccino ai bambini a rischio, a quelli del nido e della materna; per gli altri i costi sono a carico della famiglia. La ASL di Rossano si limita alla gratuità per bambini a rischio e quelli iscritti al nido, non prevedendo per gli altri alcuna agevolazione. Nelle ASL di Paola, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria il vaccino è gratuito esclusivamente per i bambini a rischio; per gli altri tutto è a carico della famiglia.

CAMPANIA
Vaccino antipneumococco. Per i 426.600 bambini campani tra 0 e 5 anni le condizioni di accesso alla vaccinazione contro il pneumococco variano molto da una ASL all'altra. Tra le 13 ASL campane si distingue in modo positivo quella di Avellino 1 che concede il vaccino gratuitamente a tutti i bambini. Si distingue però in modo negativo la ASL di Salerno 2 che non concede il vaccino né gratis né con il ticket. Nella ASL Napoli 1 i bambini che non sono a rischio possono avere il vaccino pagando un ticket di 40,06 euro, quelli di Benevento 1 un ticket di 53,11 euro e quelli di Avellino 2 un ticket di 54,29 euro. Le altre 8 ASL forniscono gratuitamente il vaccino contro lo pneumococco ai soli bambini a rischio, mentre tutti gli altri non possono essere nemmeno vaccinati alla ASL.
Vaccino antimeningococco. La ASL Avellino 1 è la sola che offre gratuitamente il vaccino contro il meningococco C a tutti i bambini. In 7 ASL invece, Napoli 1, 4 e 5, Salerno 2 e 3, Caserta 1 e 2, la gratuità del vaccino non è prevista nemmeno per i soggetti a rischio. Queste ASL non lo distribuiscono nemmeno previo pagamento di un ticket e lasciano tutti i costi a carico dei genitori. Nelle ASL di Napoli 2 e 3 al momento i vaccini sono stati comprati, ma non sono ancora disponibili per nessuno. Le ASL Salerno 1, Benevento 1 e Avellino 2 che prevedono la gratuità per i bambini a rischio e per tutti gli altri il pagamento del ticket. La cifra necessaria per avere il vaccino dalla ASL va dai 20 euro di Benevento, ai 23 euro di Avellino 2 ai 24 euro di Salerno 1. 

EMILIA ROMAGNA
Vaccino antipneumococco. Le 10 ASL dell'Emilia Romagna offrono gratis la vaccinazione contro il Pneumococco esclusivamente ai bambini a rischio, cioè affetti da malattie croniche gravi; per tutti gli altri - nella regione ci sono 141.545 bambini da 0 a 5 anni è stabilito un ticket di 55,75 euro.
Vaccino antimeningococco. Tutte le ASL della regione danno gratis il vaccino contro il meningococco C ai bambini a rischio; per quelli che non rientrano in questa categoria, la situazione varia: nelle ASL di Reggio Emilia, Parma, Modena, Imola e Piacenza, per coloro che non sono a rischio non c'è possibilità di essere vaccinati alla ASL. Le altre ASL mettono a disposizione il vaccino pagando un ticket che va dai 28 euro di Forlì, Cesena, Rimini e Ravenna, ai 37 di Ferrara fino ai 41 euro di Bologna.

FRIULI VENEZIA GIULIA
Vaccino antipneumococco. I 45797 bambini friulani ricevono gratuitamente il vaccino contro lo pneumococco solo se rientrano nelle categorie a rischio, se frequentano il nido o se soffrono di forme ricorrenti di otite. Tutti gli altri per avere il vaccino dalla ASL devono pagare un ticket di 47,67 euro. 
Vaccino antimeningococco. L'ASL di Pordenone che offre a tutti l'immunizzazione gratuita. Nelle altre 5 ASL la gratuità è prevista esclusivamente per i bambini a rischio, per gli altri è stabilito un ticket. Si va così dai 13,09 euro di Gorizia, ai 14,70 euro della ASL Gemona Ud, dai 15,04 euro di Trieste ai 28,60 euro della ASL Palmanova Ud fino ai 31,60 euro di Udine.

LAZIO
Vaccino antipneumococco. Nelle ASL del Lazio, dove ci sono complessivamente 244635 bambini tra i 0 e i 5 anni, il vaccino è gratuito per tutti i bambini a rischio e quelli di età da 0 a 2 anni che vivono in. Per tutti gli altri il vaccino è soggetto a un ticket che può andare dai 37,44 euro della ASL Roma C, ai 40,17 della Roma G, ai 42 della Roma B, ai 44,20 della Roma F, ai 45 della ASL Frosinone, ai 45,67 delle ASL di Rieti, Viterbo, ai 46,18 della Roma H, alle 49,18 della Roma D, alle 49,35 della Roma E fino ai 49,50 euro della Roma A. L'unica a fare eccezione è la ASL di Latina dove chi non ha diritto alla vaccinazione gratuita può averla solo sostenendo interamente le spese di acquisto e somministrazione del vaccino, e comunque senza la possibilità di effettuare la vaccinazione presso la ASL.
Vaccino antimeningococco. Nel Lazio nessuna delle ASL prevede la vaccinazione gratuita. In tutte le ASL é necessario pagare il ticket che, se nella ASL Roma G è ancora da definire, nelle altre va da un minimo di 13,95 euro nella ASL di Rieti, ai 15 euro di Frosinone e Roma B, ai 17,86 euro di Viterbo, ai 18,60 euro nella Roma H, ai 19,13 euro della Roma F, ai 19,15 euro nella Roma D e Roma E, ai 20 euro nella Roma A fino a un massimo di 26 euro nella ASL Roma C.

LIGURIA
Vaccino antipneumococco. Nelle 5 ASL della Liguria ci sono complessivamente 53.500 bambini tra 0 e 5 anni. Il vaccino contro lo pneumococco è gratuito per tutti i nuovi nati. Gli altri possono ricevere il vaccino dalla ASL pagando un ticket di 39 euro, con la sola eccezione della ASL di Genova che ne chiede 20,66. 
Vaccino antimeningococco. Solo la ASL della Spezia prevede la gratuità per i bambini a rischio, mentre quella di Genova la offre solo ai portatori di impianto cocleare. Le altre ASL non prevedono in alcun caso la vaccinazione gratuita. Per tutti coloro che risiedono in queste ultime, e per chi non rientra nei casi di gratuità, è possibile vaccinarsi alla ASL solo pagando il ticket. Si va dai 7,7 euro di Savona ai circa 10 di Imperia, ai 13,20 euro di Chiavari e ai 20,66 di Genova fino ai 25,3 della Spezia.

LOMBARDIA
Vaccino antipneumococco. Diversificata è la situazione per i 415.606 bambini delle 15 ASL della Lombardia. In tutte le ASL il vaccino è gratuito solo per i bambini a rischio; per gli altri è necessario pagare un ticket che va dai 47,67 euro di Pavia ai 50,70 di Brescia e Vallecamonica, ai 51,50 euro di Mantova, ai 52,35 euro della ASL Città di Milano, ai 53,19 euro di Monza, ai 53 euro di Milano 2, Como, Bergamo, Lodi, Cremona, Lecco e Sondrio. Fa eccezione la ASL di Varese che concede gratis il vaccino ai bambini a rischio, mentre a quelli che frequentano il nido fa pagare un ticket di 40,17 euro per il vaccino ma non fa pagare la prestazione del medico per la somministrazione. Si distingue negativamente la ASL Milano 1 Magenta, che pur concedendo il vaccino gratis ai bambini a rischio, non prevede per tutti gli altri alcun tipo di compartecipazione al prezzo del vaccino che quindi rimane a totale carico dei genitori. 
Vaccino antimeningococco. La situazione in Lombardia è molto variegata. La ASL 2 di Milano non prevede casi di gratuità, ma fornisce il vaccino a tutti coloro che ne fanno richiesta con un ticket di 25 euro. La ASL di Como concede il vaccino gratis solamente ai bambini a rischio; a tutti gli altri é chiesto un ticket di 32 euro, che da metà settembre sarà ridotto a 22 euro. La ASL di Bergamo si limita a dare il vaccino gratis ai bambini a rischio, per gli altri i costi sono totalmente a carico dei genitori. Si distingue la ASL di Lodi che dà il vaccino gratis a tutti i bambini. Le ASL di Cremona e quelle delle Province di Brescia e di Mantova danno il vaccino al prezzo di costo più quello della prestazione medica. La ASL di Lecco non prevede gratuità e fornisce il vaccino con un ticket di 30 euro. La ASL di Sondrio dà il vaccino gratis solo ai bambini a rischio; per gli altri non c'è possibilità di essere vaccinati alla ASL. Si distingue la ASL Città di Milano che dispone solo del vaccino polisaccaridico che non può essere utilizzato per i bambini sotto i 2 anni. Particolare è il caso della ASL di Milano 1 Magenta che non prevede nessun caso di gratuità: 7 Comuni però hanno deciso di dare gratuitamente il vaccino ai bambini sotto i 3 anni. Per gli altri è previsto un ticket di 28,77 euro. Le ASL di Monza, Pavia e Varese danno il vaccino gratis solo ai bambini a rischio, per tutti gli altri è previsto un ticket che è pari al prezzo pagato dalla ASL per il vaccino più la prestazione medica nella ASL di Pavia, di 35 euro nella ASL di Monza o 36 euro in quella di Varese.

MARCHE
Vaccino antipneumococco. Per i 55.570 bambini marchigiani delle 11 ASL la situazione è piuttosto omogenea. Per tutti i bambini che sono a rischio la vaccinazione è gratuita, per gli altri vige un ticket di 55,75 euro, eccezion fatta per il distretto di Macerata che chiede 40 euro e Ascoli Piceno Fermo che ne chiede 46. Le ASL di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Centro danno il vaccino gratis solo ai bambini a rischio, ma non consentono a tutti gli altri di averlo pagando il ticket.
Vaccino antimeningococco. Nella regione si distingue il distretto di Ancona che dispone solo del vaccino polisaccaridico che non è utilizzabile per i bambini sotto i 2 anni. Le ASL di Fermo e Ascoli Centro danno il vaccino contro il meningococco C gratis solo ai bambini a rischio, per gli altri bisogna pagare lo stesso prezzo con il quale la ASL ha acquistato il vaccino. Tutte le altre ASL non danno il vaccino gratis nemmeno ai bambini a rischio: i genitori, se vogliono vaccinare i figli, devono pagare il vaccino allo stesso prezzo con la quale la ASL lo ha acquistato.

MOLISE
Vaccino antipneumococco. Nelle 3 ASL del Molise risiedono 16121 bambini tra 0 e 5 anni. L'ASL di Termoli lascia i costi completamente a carico dei genitori. Le altre ASL di Isernia e Campobasso, offrono il vaccino gratuitamente solo ai bambini a rischio. Per gli altri il costo è sostenuto dalle famiglie e la vaccinazione non può essere fatta presso la ASL.
Vaccino antimeningococco. Il Molise, come Umbria e Basilicata, attualmente non dà il vaccino contro il meningococco C gratis in nessun caso né lo mette a disposizione previo pagamento di un ticket. Da fine anno però il vaccino contro il meningococco C sarà gratuito per i bambini a rischio e fornito, dietro pagamento di un ticket da stabilire, a tutti i nuovi nati.

PIEMONTE 
Vaccino antipneumococco. Nelle 17 ASL del Piemonte, dove risiedono 145.900 bambini tra 0 e 5 anni, la situazione è uguale ovunque: la vaccinazione contro lo pneumococco è sempre gratuita per i bambini a rischio mentre gli altri possono avere il vaccino dalla ASL pagando un ticket di 44 euro. 
Vaccino antimeningococco. Tutte le ASL danno il vaccino gratis solo ai bambini a rischio. Le 4 ASL di Torino, la numero 8, quelle di Saluzzo, Novara, Verbania, Biella, Casale, Alessandria e Vercelli richiedono a tutti gli altri bambini il pagamento del vaccino al prezzo di acquisto delle ASL. 

PUGLIA
Vaccino antipneumococco. La Puglia è indubbiamente un esempio positivo, insieme alla Sicilia, nel panorama italiano: ognuna delle 12 ASL infatti offre il vaccino contro lo pneumococco gratuitamente a tutti i bambini a rischio, a tutti quelli che sono in comunità tra 0 e 5 anni e, elemento importante, a tutti i nuovi nati.
Vaccino antimeningococco. La situazione è molto variegata. Le ASL di Foggia 1, di Foggia 3, di Bari 1, Bari 4 e di Brindisi non prevedono per il vaccino contro il meningococco C alcuna gratuità o compartecipazione. La ASL di Foggia 2 dà il vaccino gratis a tutti coloro che ne fanno richiesta come pure la ASL di Bari 3. La ASL Bari 2 dà il vaccino gratis a tutti i bambini che ne fanno richiesta purché di età superiore ad un anno, come pure la ASL di Taranto. Le 2 ASL di Lecce vaccinano gratuitamente i bambini di 2 anni. La ASL Bari 5 sta provvedendo in questi giorni all'acquisto del vaccino.

SARDEGNA 
Vaccino antipneumococco. Nelle 8 ASL risiedono 83355 bambini. La ASL Gallura non prevede la gratuità del vaccino contro lo pneumococco per alcun bambino, né consente di effettuare la vaccinazione negli uffici della ASL anche se il vaccino è stato acquistato pagandolo per intero. Tutte le altre ASL danno gratis il vaccino ai soli bambini a rischio con l'eccezione della ASL di Cagliari, che concede gratuitamente il vaccino anche ai piccoli in comunità. Ed è l'unica a concederlo, pagando un ticket di 28 euro, se non si rientra nelle condizioni di gratuità. 
Vaccino antimeningococco. Su 8 ASL solo quelle di Sassari, Nuoro e Cagliari danno il vaccino contro il meningococco C gratis ai bambini a rischio. Quest'ultima ASL concede il vaccino a tutti gli altri bambini con un ticket di 33,38 euro, mentre nelle altre due non c'è possibilità di farsi vaccinare presso le ASL. Nelle ASL di Olbia, Lanusei, Oristano, Sanluri e Carbonia i costi sono sempre totalmente a carico dei genitori. 

SICILIA
Vaccino antipneumococco. Ognuna delle 9 ASL offre il vaccino contro lo pneumococco gratuitamente a tutti i bambini a rischio, a tutti quelli che sono in comunità tra 0 e 5 anni e, elemento importante, a tutti i nuovi nati.
Vaccino antimeningococco. Tutte le ASL somministrano il vaccino contro il meningococco C gratis ai bambini a rischio, quelle di Agrigento, Palermo e Trapani anche ai bambini che frequentano il nido. C'è da dire che le dosi a disposizione delle ASL sono poche. In tutti gli altri casi si paga il vaccino per intero.

TOSCANA
Vaccino antipneumococco. Tra le 12 ASL della Toscana quella di Siena non fornisce il vaccino né gratis né con un ticket, nemmeno ai bambini a rischio. In tutte le altre ASL il vaccino è gratuito per i bambini a rischio, fa eccezione Lucca dove la gratuità è estesa ai bambini in comunità. Per tutti gli altri bambini (in Toscana in totale sono 137.645) la ASL dà il vaccino pagando un ticket di 35 euro, con l'eccezione di Prato. La ASL di Massa Carrara concede il vaccino con il 
ticket solo ai bambini fino ai due anni.
Vaccino antimeningococco. Tutte le ASL forniscono gratuitamente il vaccino ai bambini a rischio, per gli altri è previsto un ticket di 25 euro (Empoli 45 euro) eccetto che nelle ASL di Siena, Grosseto e Prato dove l'acquisto del vaccino é a totale carico dei genitori.

TRENTINO ALTO ADIGE
Vaccino antipneumococco. I bambini che abitano nelle 5 ASL sono 52355 e ricevono il vaccino contro lo pneumococco gratuitamente se rientrano nella categoria a rischio o frequentano il nido. Solo la ASL di Trento limita la gratuità ai bambini a rischio. Tutti gli altri devono pagare un ticket di 53,19 euro. 
Vaccino antimeningococco. A nessun bambino il vaccino è fornito gratis. Nella ASL di Trento il vaccino è concesso pagando il 50 per cento del prezzo scritto sulla confezione con l'aggiunta di 7,50 euro.

UMBRIA
Vaccino antipneumococco. Nelle 4 ASL dell'Umbria, dove risiedono un totale di 32 852 bambini, la vaccinazione contro lo pneumococco è gratuita esclusivamente per quelli a rischio. Per tutti gli altri bambini è possibile avere il vaccino dall'SL solo previo pagamento di un ticket di 46 euro.
Vaccino antimeningococco. Nelle 4 ASL è disponibile solo il vaccino polisaccaridico che però non è utilizzabile per i bambini sotto i 2 anni. I genitori che vogliono vaccinare i figli contro il meningococco C devono dunque sostenere le spese interamente a proprio carico.

VENETO
Vaccino antipneumococco. Sono 203.728 i bambini che risiedono nelle 21 ASL. Il vaccino è concesso gratuitamente solo a chi rientra nella categoria a rischio, è in comunità o appartiene a famiglie con reddito non superiore a 10.300 euro. Tutti gli altri devono pagare un ticket di 49,17 euro. 
Vaccino antimeningococco. Nel Veneto il vaccino non è gratuito nemmeno per i bambini a rischio nelle ASL di Bassano, Thiene, Arzignano, Vicenza, Asolo, Verona e Bussolengo. Lo si può acquistare presso le ASL pagando al prezzo pagato dalla struttura, con un ulteriore contributo che si aggira sugli 8 euro. Nelle ASL di Belluno, Feltre, Pieve, Treviso, San Donà, Venezia, Chioggia, Cittadella, Padova, Este, Rovigo, Adria e Legnago il vaccino è gratis solo per i bambini a rischio o che frequentano il nido. Alla ASL di Mirano-Dolo il vaccino è gratis per i bambini a rischio.

Fonte
Conferenza stampa Meningite, Genitori e pediatri: per le ASL bimbi di serie A e B. Roma, 10 settembre 2004


 



Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Schede patologie


Cerca il farmaco
Potrebbe interessarti
Le novità del decreto legge sui vaccini
Malattie infettive
24 maggio 2017
Focus
Le novità del decreto legge sui vaccini
L'esperto risponde