Air-Bag: ne va della pelle

04 maggio 2015

Air-Bag: ne va della pelle



Per carità, non si tratta di discutere lutilità dellair-bag, ma un studio in campo dermatologico ha messo in luce che tra gli effetti indesiderati dellazione dellair bag molti riguardano proprio cute e occhi.
Niente di grave, in linea di massima, ma è bene che si sappia che cosa può succedere, anche per poter ricorrere alle cure del caso dopo lo scampato pericolo. Del resto, che qualche inconveniente si presenti è inevitabile visto anche il funzionamento del dispositivo in questione.

Come funziona lair bag
Gli air bag oggi disponibili sono tutti gonfiati grazie allidrogeno sviluppato dalla combustione di una cartuccia contenente sodio azide; la cartuccia, a sua volta, viene innescata dallazione di sensori che rispondono alle forti decelerazioni tipiche dellimpatto contro un ostacolo. Gonfiandosi e sgonfiandosi, gli air-bag liberano una miscela di gas ad alta temperatura, tra gli altri azoto e biossido di carbonio, nonchè una sostanza fortemente basica, lidrossido di sodio, che ha unazione spiccatamente irritante. Peraltro non sono solo queste le sostanze che entrano in gioco: vanno aggiunti il talco e numerosi ossidi metallici.
Di conseguenza, sono almeno di due tipi i danni cutanei indotti dallazione dellair-bag: chimici e traumatici. Questi ultimi sono soprattutto le cosiddette ustioni da attrito, dovute allazione simile a uno schiaffo della membrana del sacco. Si tratta di una serie di erosioni superficiali sottili e parallele che spiccano su una base eritematosa. Sono di norma localizzate al volto e si risolvono in un paio di settimane. E invece dovuta allazione chimica la dermatite da irritanti. Colpisce anchessa la faccia ma anche la parte superiore del torace e le braccia. Si manifesta con prurito gonfiore e arrossamento, si risolve in pochi giorni con la desquamazione della cute colpita e con la decolorazione della parte. E dovuta alla liberazione dei gas e delle polveri aggressive citati prima ma, ciononostante, non sono stati riportati casi di dermatite da contatto, cioè su base allergica.

La questione ustioni
Un altro capitolo è quello delle ustioni chimiche causate dallelevato pH delle sostanze liberate dalla reazione chimica che gonfia lair bag. Trattandosi di polveri, però, lustione si presenta quando queste vengono in contatto con la cute inumidita dai fluidi corporei come il sudore o le lacrime. Generalmente si tratta di ustioni superficiali, che solo raramente interessano gli strati inferiori della cute. Laspetto è quello di macchie arrossate dai contorni netti, che guariscono con lapplicazione di steroidi topici. Infine sono possibili anche ustioni termiche, per la maggior parte dovute al contatto con i gas a elevata temperatura che fuoriescono dai lati dellair bag quando il dispositivo si sgonfia; le zone più colpite sono mani, braccia e torace.
In definitiva, le conseguenze dermatologiche sono il 7-8% degli ''effetti collaterali'' dellair-bag. Però se per salvarsi la pelle bisogna sacrificarne un po ...vale comunque la pena. E non è detto che la tecnologia non trovi una soluzione anche a questi, lievi, inconvenienti.

Maurizio Imperiali

Fonte
Corazza M et al. Air Bags and the Skin. SKINmed 3(5):256-258, 2004.



Cerca notizie e approfondimenti in:

Cerca nel sito


Cerca in


Ricette  |  Farmaci  |  Esperto risponde  |
Cerca il farmaco
L'esperto risponde
Potrebbe interessarti