Candida: il virus del papilloma umano (Human Papilloma Virus - HPV)

28 settembre 2010

Candida: il virus del papilloma umano (Human Papilloma Virus - HPV)



Il virus del papilloma umano (Human Papilloma Virus - HPV) è un virus molto diffuso che è tra l'altro la causa delle comuni verruche cutanee (quelle che si prendono in piscina). Dei più di 100 tipi virali, poco più di una ventina sono responsabili delle verruche genitali dette comunemente condilomi acuminati. Il virus è quindi la causa di lesioni fastidiose ma completamente benigne. Tuttavia l'interesse in questi virus è stato recentemente ravvivato dalla scoperta che alcuni tipi sono responsabili della totalità dei tumori del collo dell'utero.

Negli ultimi 10 anni è stato ben dimostrato che il tumore cervicale ha un'origine virale, dal virus del papilloma umano (Human Papilloma Virus - HPV). Questo virus è molto comune e si trasmette per via sessuale, ma va sottolineato che la sua presenza non porta disturbi ed è innocua. La maggior parte delle persone viene a contatto e diventa portatrice del virus senza esserne a conoscenza; solitamente l'organismo se ne libera spontaneamente nell'arco di alcuni mesi, come accade con altri virus che provocano ad esempio l'influenza o il raffreddore.

Tuttavia una piccola parte della donne (meno del 10% delle donne di età superiore ai 30 anni) non elimina il virus; la persistenza di questo, associata ad altri fattori di rischio, come ad esempio il fumo di sigaretta, favorisce lo sviluppo di anomalie cellulari che possono essere segnalate dal pap test e rimosse con semplici trattamenti eseguiti ambulatorialmente; se non identificate e curate queste lesioni pre-cancerose, nel tempo possono, in una piccolissima percentuale di casi, eventualmente evolvere in un tumore della cervice uterina.

Oggi esiste la possibilità di eseguire dei test per sapere se si è già eliminato il virus, oppure non lo si ha mai contratto; è il test per la ricerca del DNA del papillomavirus (HPV DNA test) si effettua come il pap test con un prelievo di cellule al collo dell'utero; il test può essere eseguito dal ginecologo durante la visita oppure dall'ostetrica quando esegue il pap test. La negatività per il DNA dell'HPV rappresenta una sicurezza aggiuntiva e maggiore di quella data da un pap test negativo, che si traduce nella possibilità di eseguire il controllo cervicale ogni 3 anni; la positività del test al contrario non significa che una donna ha, oppure necessariamente svilupperà delle anomalie cellulari; richiede solo una maggiore attenzione al collo dell'utero, che si traduce in un controllo attento con pap test e test virale su base annaule.

Si deve sempre ricordare che: il cancro del collo dell'utero è una malattia molto rara e prevenibile con i controlli di screening

l'HPV è un virus molto comune e la presenza del virus non vuol dire avere o necessariamente sviluppare lesioni cellulari o un tumore del collo dell'utero

il trattamento ambulatoriale di eventuali lesioni cervicali pre-cancerose porta a guarigione nella totalità dei casi

Il test per il DNA dell'HPV è disponibile presso i più importanti ospedali italiani: richiedilo al tuo medico.


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Calcolo dei percentili di crescita


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde