Candida: prevenzione del tumore del collo dell'utero e DNA PAP

28 settembre 2010
Focus

Candida: prevenzione del tumore del collo dell'utero e DNA PAP



1. Il tumore del collo dellutero è prevenibile con lesecuzione regolare del pap test.

2. Il tumore del collo dellutero è causato dal papillomavirus umano(HPV), un virus molto comune trasmesso principalmente per via sessuale.

3. Esistono più di 100 tipi di HPV, ma solo un piccolo gruppo di essi si associa al tumore. Questo gruppo è composto da 13 tipi definiti oncogenici, oppure ad alto rischio di trasformazione neoplastica.

4. I 13 tipi virali ad alto rischio sono molto diffusi; al contrario il tumore è un evento raro che richiede molto tempo per svilupparsi e la contemporanea presenza di altri fattori.

5. Il DNAPAP offre la possibilità di evidenziare la presenza dei tipi virali ad alto rischio attraverso un test semplice quanto un pap test.

6. Lesito del DNAPAP positivo deve essere valutato dal medico nel contesto clinico, ma in genere comporta unicamente controlli più accurati.

7. La contemporanea negatività del DNAPAP e del pap test permette di escludere con la massima certezza oggi disponibile (> 98%) la presenza di una lesione cervicale.

8. La protezione offerta dalla negatività del solo pap test viene inoltre potenziata dalla contemporanea negatività del DNAPAP perchè allassenza di lesioni si associa lassenza della predisposizione ad acquisirle.

9. Questa maggiore protezione si concretizza in un allungamento dellintervallo tra gli esami di screening cervicale.

10. Il DNAPAP è il test commerciale più validato, lunico approvato dalla FDA americana per lo screening assieme al pap test.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Calcolo della data presunta parto


Potrebbe interessarti
Lo smog intacca anche la salute delle ossa
Salute femminile
15 dicembre 2017
Notizie
Lo smog intacca anche la salute delle ossa
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
Salute femminile
19 ottobre 2017
Notizie
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
L'esperto risponde