Candida: cause

28 settembre 2010
Focus

Candida: cause



Lagente eziopatologico della candidosi vulvovaginale è il fungo Candida albicans. Raramente linfezione avviene per contagio, in ogni caso è bene astenersi dai rapporti sessuali non protetti durante la manifestazione del disturbo. Generalmente è provocata dai microrganismi già presenti nella flora batterica che normalmente colonizza la mucosa orale, il tratto gastrointestinale e la vagina. In condizioni fisiologiche, il fungo Candida viene tenuto sotto controllo, grazie a meccanismi di competizione, dalle altre specie batteriche, in un equilibrio in cui nessun microrganismo patogeno prevale. Nel caso in cui i batteri competitori vengono ridotti da trattamenti antibiotici, o se il sistema immunitario è compromesso da malattie come AIDS o diabete, o da malnutrizione o da alcuni farmaci (corticosteroidi o antitumorali), i funghi Candida possono moltiplicarsi e proliferare fino a provocare i sintomi della candidosi.
Contribuiscono alla proliferazione indumenti, in particolare intimi, stretti e sintetici che trattengono il calore e creano condizioni di umidità e temperatura idonei alla vita dei funghi.


Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     ESPERTO


Schede patologia


Calcolo dei percentili di crescita
Dizionario medico




Potrebbe interessarti
Consigli per una corretta igiene intima
Salute femminile
05 febbraio 2018
Notizie
Consigli per una corretta igiene intima
L'influenza aumenta il rischio di complicanze in gravidanza
Salute femminile
31 gennaio 2018
Notizie
L'influenza aumenta il rischio di complicanze in gravidanza
Quali trattamenti tricologici per avere capelli belli e sani
Salute femminile
18 gennaio 2018
Notizie
Quali trattamenti tricologici per avere capelli belli e sani
L'esperto risponde