PLASMODIUM

04 marzo 2016
Lettera P

PLASMODIUM



Definizione di PLASMODIUM


Genere di protozoi parassiti eritrocitari dei mammiferi che provoca la malaria nell'uomo. L'uomo è il solo serbatoio importante di plasmodi che sono trasmessi dalla puntura di una zanzara femmina del tipo Anopheles. L'anofele, pungendo e aspirando il sangue di un soggetto infetto, ingerisce i gametociti maschili e femminili che nello stomaco della zanzara si uniscono e producono un uovo (ciclo sessuale o sporogonico); questo attraversa la parete gastrica e dissemina gli sporozoiti che giungono così alle ghiandole salivari per poi essere trasmesse all'uomo. Gli sporozoiti (ciclo asessuale o schizogonico) passano dal sangue nelle cellule epatiche dove si dividono in criptozoiti (ciclo esoeritrocitario) per trasformarsi in merozoiti (fase pre-eritrocitaria); questi passano nel sangue e entrano nei globuli rossi dove si moltiplicano e si trasformano in schizonti. Dopo 6-12 giorni gli schizonti si moltiplicano e liberano nuovi merozoiti che invadono altri globuli rossi fino a distruggerli (ciclo eritrocitario); se sono ingeriti da una zanzara, ricominciano il ciclo. Ad ogni invasione e rottura dei globuli rossi corrispondono gli accessi febbrili. Le specie di Plasmodium patogene per l'uomo sono quattro: Plasmodium vivax e Plasmodium ovale (febbre terzana benigna), Plasmodium falciparum (febbre terzana maligna), Plasmodium malariae (febbre quartana).



Lettera P:
Vedi i termini con la Lettera P (1077)


Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Torta rustica al radicchio, noci e bresaola
Alimentazione
20 ottobre 2017
Le ricette della salute
Torta rustica al radicchio, noci e bresaola
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
Salute femminile
19 ottobre 2017
News
Vivere in menopausa: al via campagna informativa
L'esperto risponde