29/11/04  - Alcool/psicofarmaci - Mente e cervello

29 novembre 2004

Alcool/psicofarmaci




Domanda del 29 novembre 2004

Domanda


Il mio compagno di 67 anni, nel mese di aprile ha avuto un infarto, è stato soposto ad un’angioplastica (occlusione al 90%) Segue una terapia farmacologia e sta bene, se non lamentasse disturbi nel dormire, secondo me causati da suoi grossi problemi irrisolti, vive situazioni ambigue e frustranti. Sotto consiglio di un amico a deciso di prendere il lexodan. A sua insaputa gli ho svuotato il flacone riempiendolo d’acqua, le cose per i primi giorni sono andate bene. Con 12 gocce d’acqua…. Ovviamente i suoi “problemi irrisolti” sono rimasti li e così sempre sotto consiglio non medico ora prende le pasticche di dalmadorm. Ieri e rientrato da fuori (ha preso la compressa alle 4 del mattino) ha guidato per circa 500 km. aveva un aspetto orribile, completamente out. Come se non bastasse beve ogni sera più di una bottiglia di vino, se provo a limitarlo mi aggredisce. Come posso aiutarlo? Grazie Carla
Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Finché non toglie quella bottiglia di vino, il resto è un palliativo, farmaci o placebo che siano, comprese le cure per il cuore.
Cordialità.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Risposta del 02 dicembre 2004

Risposta di JUANITA PILAR COPPOLA


La relazione con uno psicoterapeuta aiuta ad accettare la riabilitazione post infartuale in soggetti che hanno altri problemi fisici o psicologici associati a queli cardiologici. Lo scopo è portare ilo paziente ad iniziare nuovi comportamenti che possano limitare i fattori di rischio, dare benessere, ridurre, eliminare le dipendenze. I farmaci aiutano a risolvere i sintomi ma non i problemi. Auguri

Dott.ssa Juanita Pilar Coppola
Specialista attività privata
PESCARA (PE)



Il profilo di JUANITA PILAR COPPOLA
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Mente e cervello
04 gennaio 2018
Notizie
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Depressione: tale padre, tale figlio
Mente e cervello
26 dicembre 2017
Notizie
Depressione: tale padre, tale figlio
Positivo o negativo? Lo stress non è uguale per tutti
Mente e cervello
23 dicembre 2017
Notizie
Positivo o negativo? Lo stress non è uguale per tutti