08/01/02  - Allergia & professione... - Pelle

08 gennaio 2002

Allergia & professione...





Domanda del 08 gennaio 2002

Domanda: Allergia & professione...


Domanda di Pelle, inviata in data 08 gennaio 2002.

Mia figlia ha eseguito il prick test e il patch test dopo diversi disturbi respiratori e di eczema alle mani, evidenziando allergia a: nichel solfato, resina p-tert butilfenol formaldeide, fenilendiamina, dermatophagoides pteronyssinus. Ci è stato detto che non esistono cure, terapie, "sistemi" per conciliare l'allergia di mia figlia con la sua professione (parrucchiera), tanto che ho dovuto far dimettere mia figlia dal salone dove lavorava. Ora, poichè mia figlia non si rassegna a non poter più svolgere questa professione mi chiedo se è così perentorio questo divieto: non esiste davvero nessuna cura? La ringrazio tantissimo per le notizie che mi potrà dare.
Risposta del 18 gennaio 2002

Risposta di PASQUALE MARINARO


Chi pone il diniego non è il medico, che giustamente ha posto l'incompatibilità della allergia con il lavorativo; ma è il sistema immunitario di sua figlia che come quello di tutti noi, è dotato di memoria e anche se il contatto con l'allergene avvenisse tra 10 anni scatenerebbe la stessa reazione. Deve scegliere tra avere una professione gratificante e convivere una patologia che si aggraverà sempre più oppure una professione meno gratificante ma con meno rischi.

Dott. PASQUALE MARINARO
Medicina generale convenz.



Il profilo di PASQUALE MARINARO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Pelle



Potrebbe interessarti
Cubotti di maiale al pepe verde, miele e susine
Pelle
29 settembre 2017
Le ricette della salute
Cubotti di maiale al pepe verde, miele e susine