31/05/04  - Analisi del sangue - Malattie infettive

31 maggio 2004

Analisi del sangue





Domanda del 31 maggio 2004

Domanda: Analisi del sangue


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 31 maggio 2004.

il ferro oltre i limiti massimi a cosa è dovuto e se può causare problemi
Risposta del 31 maggio 2004

Risposta di ROSA ROMEO


Può essere dovuto a emolisi o ad assunzione eccessiva di ferro e può dare problemi di accumulo e quindi siderosi, con conseguente fibrosi soprattutto a livello epatico.

Dott. Rosa Romeo



Il profilo di ROSA ROMEO
Risposta del 01 giugno 2004

Risposta di LAURA MARRA


La causa può essere una sindrome infiammatoria acuta o cronica che determina accumulo del ferro depositato con riduzione di quello circolante, oppure una terapia trasfusionale protratta.
Domando se è presente un'eccessiva assunzione di alcool, oppure una patologia epatica come l'emocromatosi, caratterizzata appunto, da aumento dei depositi di ferro, con alterazione grave della funzione epatica e colorito scuro della pelle.

Dott. Laura Marra
Medico Ospedaliero




Il profilo di LAURA MARRA
Risposta del 01 giugno 2004

Risposta di SALVATORE ZARCONE


Una causa frequente di aumento dei valori di sideremia è lo stato eterozigote (portatore sano) di B- Talassemia ,condizione molto frequente nella zona bacino Mediterraneo.In tale condizione si ha Anemia caratterizzata da bassi valori di MCV e anisocitosi (globuli rossi piccoli e di forma diversa)e Ferritina normale o poco elevata.

Dott. Salvatore Zarcone
Medicina generale convenz.
PALERMO (PA)



Il profilo di SALVATORE ZARCONE
Risposta del 03 giugno 2004

Risposta di OSCAR ANTONELLO


Condizione patologica conseguente all'ecessivo deposito di ferro tissutale. Può essere idiopatica nota come emocromatosi ereditaria ed è trasmessa con eredità non legata al sesso (autosomica) o secondaria (terapia trasfusionale), da produzione di sangue(eritropoiesi) non efficace (talassemie etc.) raramente per supporto dietetico. Provoca epatopatia evolvente in Cirrosi , danno al cuore, al pancreas, pigmentazione cutanea e qualche volta danno articolare ed ad altre ghiandole endocrine.Terapia salassi fino alla deplezione delle riserve di ferro.
Esami da controllare: emocromo, sideremia ferritina, transferrina, saturazione della transferrina.

Dott. Oscar Antonello
Medico Ospedaliero




Il profilo di OSCAR ANTONELLO
Risposta del 03 giugno 2004

Risposta di DOMENICO RESTIFO


l'accumulo di ferro primitivo (emocromatosi), di origine ereditaria è molto più frequente di quanto si pensi. Non sempre esso si associa a patologia d'organo; se lo fa si tratta, come scritto da altri Colleghi, di danni a fegato, cuore, pancreas, cute. L'accumulo secondario, invece, ha un significato uguale se di natura trasfusionale o emolitica ( Talassemia ). Attenzione, però, a definire l'aumento del ferro. Solo un valore elevato di ferritinemia non è sufficiente; occorre, infatti, avere a disposizione anche i parametri sideremia, transferrinemia e sua saturazione.

Dott. DOMENICO RESTIFO
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata




Il profilo di DOMENICO RESTIFO
Risposta del 03 giugno 2004

Risposta di GUIDO BALDUZZI


Il valore del ferro (sideremia), da solo, non fornisce informazioni sufficienti; per avere un quadro completo dello stato del ferro corporeo, come già segnalato da altri Colleghi, è necessario il dosaggio di sideremia, ferritina, transferrina e saturazione della transferrina.

Dott. Guido Balduzzi
Medico Ospedaliero



Il profilo di GUIDO BALDUZZI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti