28/05/08  - Aneurisma - Mente e cervello

28 maggio 2008

Aneurisma




Domanda del 28 maggio 2008

Domanda


Un mio carissimo amico,all'improvviso si è sentito male,si è seduto su una sedia,e da quel momento non si è più mosso, come se fosse morto.Chiamato l'ambulanza l'anno ricoverato all'ospedale. Effettuato tutti i controlli necessari hanno diagnostcato che ha avuto un aneurisma posto in un punto della nucca che non si poteva assolutamente fare nulla,ora si trova in sala rianimazione,gli hanno fatto una tracheotomia per poter respirare, e hanno detto che solo un miracolo lo potrebbe salvare.Non voglio dubitare del verdetto di questi bravissimi medici,ma vorrei capirne un pò di più. Vi ringrazzio della vostra cortese attenzione,attendo una vostra risposta. Grazie.
Risposta del 31 maggio 2008

Risposta di GIOVANNI MIGLIACCIO


Caro signore,
mi fornisce dettagli molto generici. Un aneurisma cerebrale, se non ci sono controindicazioni di altra natura (grave emorragia cerebrale,coma profondo, cardiopatie gravi ecc.), può essere trattato chirurgicamente o mediante embolizzazione per via femorale (introduzione di un catetere nell'arteria femorale attraverso la quale si giunge all'aneurisma e lo si riempie di un apposito materiale per chiuderlo ovvero embolizzarlo). Ovvio che provvedimenti di tal genere devono e possono essere effettuati in un Centro di Neurochirurgia e Neuroradiologia.

Auguri per il Suo amico

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)



Il profilo di GIOVANNI MIGLIACCIO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Mente e cervello
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Terza età. Peggiora la qualità del sonno
Le frontiere della ricerca su nutrizione e malattie neurodegenerative
Mente e cervello
10 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Le frontiere della ricerca su nutrizione e malattie neurodegenerative
Cefalea
Mente e cervello
16 aprile 2018
Patologie
Cefalea