15/10/04  - Ansia ? o cosa - Mente e cervello

15 ottobre 2004

Ansia ? o cosa





Domanda del 15 ottobre 2004

Domanda: Ansia ? o cosa


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 15 ottobre 2004.

Sono un uomo di 44 anni padre di 2 bimbetti e moglie adorata. Ho una relativa tranquillità economica. All'età di 12 anni ho avuto alcuni episodi (per qualche mese) di "intontimento" (così lo chiamavo) anche se forse il termine giusto è "derealizzazione". Non ho più avuto nulla sino a 3 mesi fa quando, improvvisamente e senza cause apparenti, ho iniziato ad avvertire una sorta di insicurezza-malinconia che mi spingeva ad evitare trasferte di lavoro o condizioni di solitudine. Come da mio carattere ho reagito facendo esattamente TUTTO quello che non mi sentivo di fare... Dopo circa 1 mese lo stato di "disagio" è svanito nell'arco di 1 settimana. Purtroppo sono ricaduto in qs. stato di cose 15gg fa. Ora la mia mente è un intrecciarsi di paure assurde (timori ad esempio a parlare, specialmente di fronte ad estranei etc..) Ho una sorta di sensazione di come se il mio cervello avesse "staccato la spina" (non riesco a concentrarmi manco a vedere un TG). Conduco una vita normalissima (nessuno si è accorto di nulla) ma dentro di me albergano i timori più disparati (stò impazzendo, sono esaurito ....?). Aggiungo che NON ho mai fatto uso di ansiolitici anche blandi. Ho fatto un ragionamento ... Quando riesco a distrarmi od a trovare qualcosa di "stimolante" è come se la mia mente smettesse di elaborare le sue assurdità per "concentrarsi su qualcosa di più produttivo). Penso ad esempio che 2 mesi fà il tutto sia passato grazie ad un pò di belle e distensive nuotate al mare e cene con gli amici. E' possibile/probabile che il problema sia nella mia testa "bacata" che deve avere sempre qualche cosa che la impegni pena l'attorcigliamento su se stessa? Non ho altri disturbi fisici salvo sbadigli e tensione muscolare. Ho letto molto su ansia etc.. ma, nonostante tutto, non ho attacchi di panico. E' come se la mia mente fosse in fase di superlavoro assurdo che non riesco ad interrompere salvo distraendomi (e non è facile!) Grazie...
Risposta del 18 ottobre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Sembra uno stato di intossicazione da super-lavoro.
Se lei è una persona che parla sempre di lavoro, fuma e beve caffé, si prenda una monodose di Nux Vomica 200 ch. E' un rimedio che dovrebbe aiutarla a trovare un po' di energia.
In ogni caso le consiglierei di trovarsi un centro con qualcuno che sia super-bravo a fare massaggi, o un bravo/a shiatzuka. Ha bisogno di riprendere contatto con se stesso, il tocco sul corpo è uno dei metodi migliori, e lo prenda come un impegno psicoterapeutico, cioè obbligatorio. Faccia tre mesi alemno 2 volte la settimana e poi ne riparliamo. Ci riscriva!
Un caro saluto.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio