25/01/14  - Ansia panico evitamento - Mente e cervello

25 gennaio 2014

Ansia panico evitamento





Domanda del 25 gennaio 2014

Domanda: Ansia panico evitamento


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 25 gennaio 2014.

buonasera,
da 4 anni ho Ansia estrema con attacchi di panico sottoforma di soffocamento e difficolta'digestive con reflusso.
da 2 anni sto facendo della psicoterapia dinamica a sedute bisettimanali, e adesso, da 6 mesi, ho iniziato una cura con cipralex da 10 mg.
sto migliorando, ma i sintomi non sono scomparsi del tutto e, soprattutto, i pensieri anticipatori dell'Ansia ci sono ancora. inoltre continuo a dover eseguire dei rituali se vado in certi posti per essere piu'sicuro che non mi venga l'attacco. infine, non riesco ad andare in alcuni posti da solo.
la domanda e ': da tutto cio'si puo'dedurre che la terapia e'errata o semplicemente bisogna attendere molto piu'tempo?
il curante non intende aumentare la dose del cipralex.
qualcuno ha qualche suggerimento su come rendere tutto piu'efficace e, possibilmente, veloce?
grazie
Risposta del 29 gennaio 2014

Risposta di QUIRINO EMILIO QUISI


io aumenterei il dosaggio del cipralex, anche se è molto difficile uscire da questa situazione: ne parli con l'analista di quello che le accade. Presumibilmente si è cronicizzato il tutto.


Dott. QUIRINO EMILIO QUISI
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Psichiatria
Busto Arsizio (VA)

Il profilo di QUIRINO EMILIO QUISI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in


Farmaci  |  Esperto risponde  |


Schede patologie


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Mente e cervello
23 novembre 2017
News
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti