19/03/11  - Artrosi cervicale e parestesie - Mente e cervello

19 marzo 2011

Artrosi cervicale e parestesie





Domanda del 19 marzo 2011

Domanda: Artrosi cervicale e parestesie


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 19 marzo 2011.

Soffro di Artrosi cervicale con segni di spondilouncoartrosi (attualmente, in particolare, un modesto osteofita posteriore C5-C6 ed un’ernia paramediana C6-C7). Nel 2005, dopo un periodo di circa un anno costituito da un diffuso disturbo parestesico lato sx del corpo (dal piede alla nuca e alla faccia), su indicazione del neurochirurgo, mi sottoposi ad intervento di discectomia e artrodesi C3-C4, in quanto un esteso osteofita, in quella sede, improntava il midollo spinale. Quindi il sintomo parestesico, assai fastidioso, insistette ancora per mesi, fino ad attenuarsi gradualmente e a scomparire, per ripresentarsi, nel corso dei 5-6 anni successivi, in forma molto attenuata e molto breve ed episodica. 2 Anni fa effettuai anche un esame RMN di controllo nel quale il neurochirurgo non riscontrò elementi a giustificazione di un qualche disturbo significativo di tipo midollare. Negli ultimi mesi il medesimo vecchio disturbo, però, sta riaffiorando con una maggiore insistenza, più frequente, intenso e duraturo (è sempre lo stesso e coinvolge lo stesso territorio corporeo).
La mia domanda, articolata, è la seguente:
Tale recrudescenza può essere il risultato di una qualche nuova compressione in altra sede rispetto a C3-C4, quale sede del precedente intervento?
Possono essere sopravvenute, a distanza di 5-6 anni, complicanze legate all’intervento?
E’ plausibile che, dopo una compressione midollare con sintomi e parestesie e dopo la decompressione chirurgica, certi disturbi persistano o, addirittura, ritornino anche a molta distanza di tempo?
E se con tale sintomatologia, fluttuante, è da conviverci perché sussiste una qualche lesione midollare non guaribile, esistono approcci terapeutici, fisioterapici, dietetici, comportamentali, in grado di migliorare la situazione sintomatologica?
Purtroppo la mia attività lavorativa prevede molte ore in auto ed altrettante al PC, anche se non disdegno l’attività fisica.
Saluti e Grazie

La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
L’autolesionismo diventa digitale e passa dai social network
Mente e cervello
11 dicembre 2017
Notizie
L’autolesionismo diventa digitale e passa dai social network
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni
Mente e cervello
23 novembre 2017
Notizie
Nella depressione post-partum contano anche le stagioni