01/08/04  - Asma e Panico - Mente e cervello

01 agosto 2004

Asma e Panico





Domanda del 01 agosto 2004

Domanda: Asma e Panico


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 01 agosto 2004.

Gentile Dottore, sono un ragazzo di 27 anni che soffre di asma dall'età di 10-12 anni e con precedenti adolescenziali dai 18/19 anni di attacchi di panico e ansia. Premetto che il problema asmatico seguito dal mio medico non mi ha mai provocato crisi rilevanti e i miei attacchi di panico hanno suibito una evoluzione positiva quantitativa ma soprattutto qualitativa avendo imparato a riconoscere e autotrattare psicologicamente tale evenienze. Preciso inoltre che sono tendenzialemnte un soggetto ansioso e lo stress degli ultimi giorni di lavoro prima delle vacanze è stato piuttosto marcato e importante. Quello che mi è accaduto da una settimana a questa parte però è qualcosa che non avevo mai provato, ovvero l'associazione dei due problemi! Ho avuto crisi di asma insolite accompagnate a crisid'ansia e di panico: ho subito contattato il mio medico e successivamente mi è capitato di andare più volte al Pronto Soccorso esponendo questi miei sintomi: tuttii medici ogni volta non hanno riscontrato crisi asmatica al momento della visita (non escludendo però la possibilità della patologia in un tempo precedente alla visita) riferendo il problema principalmente all'ansia! Ho poi voluto approfondire l'aspetto con una visita da uno specialista pneumologo che mi ha rassicurato sulle condizioni della mia asma bronchiale, intendendo però verificare con degli esami spirometrici per confrontare il decorso storico della patologia. Insomma in poche parole ansia e asma mi sono state indicate da tutti i medici come patologie concomitanti, una sorta di "cane che si morde la coda": l'asma conduce all'ansia e l'ansia può condurre all'attacco asmatico! Attualemnete per curare l'ansia assumo 15 gocce di Xananx tre volte al di trattamento che mi ha aiutato soprattutto a rendermi conto, con il seppur breve tempo, che molte volte la dispnea e più un sintomo riconducibile all'ansia che non all'asma: quando fa effetto lo Xanax al di la di una leggera difficoltà respiratoria, che può presentars talvolta, la mia respirazione è migliore, così come quando mi distraggo non ho problemi di respirazione affannosa! In merito a quanto premesso sarei grato volesse esprimermi anche il Suo parere ed eventualmente consigliarmi sulle possibilità per combattere almento l'associazione dei due fenomeni. La ringrazio cordialmente Daniele
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio