05/07/04  - Aspettative dopo prostatectomia radicale - Salute maschile

05 luglio 2004

Aspettative dopo prostatectomia radicale




Domanda del 05 luglio 2004

Domanda


Mio padre è stato sottoposto, in data 11/05/04 a prostatectomia radicale. A seguito dell’intervento si sono verificate numerose complicazioni a catena che hanno costretto mio padre ad altri due interventi ed in più a subire varie complicazioni. Adesso è stato dimesso (30/06/04) ed è molto debilitato ma ha ancora tanta forza e capacità di reazione.
Sono stati asportati la prostata, collo vescicale, linfonodi ed otturatori e iliaci di sinistra e di destra e la diagnosi è stata la seguente:
“Adenocarcinoma prostatico Gleason’s score 4+3=7, infiltrante entrambi i lobi . La capsula è indenne. Si segnala infiltrazione perineurale e perivascolare. Sono presenti 2 linfonodi pericapsulari privi di infiltrazione neoplastica. PIN alto grado a livello di entrambi i lobi e nell’apice. Prostatite cronica granulomatosa. Vescichette seminali indenni. pT2C N0 + infiltrazioni perineurali e perivascolari”. Siamo momentaneamente in attesa dei nuovi risultati del PSA.
Premetto che prima dell’intervento erano state fatte tutte le analisi del caso (PET e TAC TOTAL BODY – in cui tutto risultava ok) e che i valori di PSA (al 24/11/03) erano PSA 7,28 – PSA FREE 0,76 – RAPPORTO FREE PSA/TOT.PSA0,10.
La prego di chiarirmi dei dubbi che mi turbano parecchio:
1) Il nostro chirurgo mi ha messo a conoscenza che la situazione desta una certa preoccupazione ma, considerato che i linfonodi sono indenni, nutre delle buone speranze. Lei che ne pensa?
2) Nel caso in cui il PSA dovesse avere valori diversi da zero ( e che quindi, se non ho compreso male queste infiltrazioni avessero già oltrepassato gli organi asportati) quali sarebbero le aspettative di vita media per mio padre? Esistono trattamenti efficaci per contrastare lo sviluppo di altri tumori/metastasi?
Le chiedo scusa per essermi dilungato così tanto ma non volevo tralasciare alcun dettaglio. La ringrazio anticipatamente per questo servizio che rendete, riuscendo a dare un po’ di conforto a chi come me si trova in queste dolorose situazioni.
Attendo speranzoso una Sua risposta augurandomi che sia confortante.
Grazie ancora di cuore
Cordiali saluti.

La domanda è in attesa di risposta.
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Anche il cibo influenza la fertilità maschile
Salute maschile
22 maggio 2017
Notizie
Anche il cibo influenza la fertilità maschile