26/09/04  - BULIMIA - Alimentazione

26 settembre 2004

BULIMIA




Domanda del 26 settembre 2004

Domanda


BUON GIORNO,SONO UNA RAGAZZA DI 18 ANNI, E HO IL VIZIO SE COSÌ SI PUÒ CHIAMARE DI MANGIARE TANTISSIMO E ANDARE A VOMITARE.DI PER SE È STRANO, PERCHÈ SONO MAGRA, MA TUTTO È INIZIATO PER DEGLI STRESS FAMIGLIARI.VOLEVO CHIEDERLE SE A LUNGO ANDARE AVRÒ DEI PROBLEMI ALL'APPARATO DIGERENTE, O ALLA GOLA.
Risposta del 29 settembre 2004

Risposta di ROBERTO SORI


Certamente il primo effetto secondario a questo sistema di compensazione è il regurgito acido dallo stomaco all'esofago con conseguente Esofagite da reflusso e laringite.
Successivamente, se il problema bulimico non viene curato adeguatamente, può subentrare ernia jatale cioè un'insufficienza cronica delle valvola che separa esofago da stomaco e che impedisce il regurgito acido.
Nei casi più avanzati, ma non si senta mai esonerata dall'appartenervi, si può anche arrivare alla rottura dell'esofago con peritonite.
I danni possono essere anche a livello cardiaco e metabolico per perdite di potassio con il vomito.
La Bulimia è una malattia curabile e lo è soprattutto se l'intervento è precoce, quindi si rivolga al più presto ad un esperto che possa seguirla ed indirizzarla correttamente.
cordiali saluti

Dott.ssa Roberto Sori
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
MILANO (MI)




Il profilo di ROBERTO SORI
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Alimentazione



Potrebbe interessarti
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Alimentazione
17 giugno 2018
Libri e pubblicazioni
Lo sgarro nella dieta: l’importanza di prendersi della libertà
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Alimentazione
16 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con la rucola, dai un calcio all’osteoporosi
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso
Alimentazione
15 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Bambini a scuola di alimentazione per contrastare l'obesità e il sovrappeso