22/03/13  - Calcoli tonsillari - Orecchie naso e gola

22 marzo 2013

Calcoli tonsillari





Domanda del 22 marzo 2013

Domanda: Calcoli tonsillari


Domanda di Orecchie naso e gola, inviata in data 22 marzo 2013.

Vorrei sapere come potrei combattere contro i corpuscoli (di dimensioni di 1 mm circa) bianco-giallastri che mi ritrovo in bocca, che non riesco a vedere, di cui non percepisco la presenza se non quando li sputo attraverso muchi.
L’otorino mi ha detto che ho le tonsille criptiche, il setto nasale deviato, faringite cronica ed inoltre credo di essere intollerante ai formaggi stagionati (mangio solo quelli freschi come la mozzarella) perché se provo a mangiarli mi viene da vomitare.
In particolare vorrei sapere:
1) Perché i colluttori con clorexidina sono più efficaci?
2) Sono più efficaci gli sciacqui con colluttori o con acqua e sale, acqua ed aceto, acqua e bicarbonato, coca-cola?
3) Gli sciacqui ed i gargarismi possono solo disinfettare e prevenire la formazione dei tonsilloiti o li rimuovono e/o li disintegrano?
4) Oltre ai latticini quali sono gli altri alimenti che causano la formazione di tonsilloiti?
5) Esistono degli alimenti che possano distruggerli o prevenire la loro formazione?
6) Se parto da una situazione di assenza di calcoli tonsillari, codesti non si formeranno fino a quando non mangio?
7) Se poi mangio della mozzarella dopo quanti minuti circa si formerà il primo tonsilloito?
8) Questo tonsilloito può rimanere anche per giorni e giorni fino a quando non viene espulso tramite muco o finisce dopo qualche ora per essere ingoiato?
9) Può essere fatta da uno specialista, così come accade per il dentista con la pulizia dei denti, la pulizia delle tonsille?
Risposta del 28 marzo 2013

Risposta di LUIGI TIERI


I calcoli alimentari delle tonsille consistono in piccoli frammenti di cibo che rimangono intrappolati nelle cripte tonsillari, che sono delle piccole cavità naturali sulla superficie delle tonsille. Essi rimangono incastrati perché si gonfiano con la saliva e possono rimanere alcuni giorni prima di essere espulsi naturalmente, provocando lieve fastidio alla deglutizione, infiammazione superficiale della tonsilla e, soprattutto, alitosi.
Il sistema migliore di prevenirli consiste nel fare dei gargarismi (anche con la semplice acqua!) subito dopo ogni pasto: la contrazione dei muscoli della gola durante il gargarismo è in genere sufficiente ad espellerli. E possibile effettuare una delicata toilette manuale con un cotton fioc.
In rari casi ribelli con gravi problemi di alitosi può rendersi necessaria la asportazione delle tonsille.


Dott. Luigi Tieri
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Audiologia e Foniatria
Specialista in Otorinolaringoiatria
Roma (RM)

Il profilo di LUIGI TIERI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Orecchie naso e gola



Potrebbe interessarti
Aria condizionata: porta sollievo, ma va usata con giudizio
Orecchie naso e gola
03 luglio 2017
Interviste
Aria condizionata: porta sollievo, ma va usata con giudizio
Cotton fioc: non puliscono e possono danneggiare le orecchie
Orecchie naso e gola
31 maggio 2017
News
Cotton fioc: non puliscono e possono danneggiare le orecchie