30/10/04  - Carcinoma polmonare - Malattie infettive

30 ottobre 2004

Carcinoma polmonare





Domanda del 30 ottobre 2004

Domanda: Carcinoma polmonare


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 30 ottobre 2004.

Salve, non avendo trovato la categoria appropriata ho scritto qua..
mi chiamo Francesco, al padre della mia ragazza oggi è stato diagnosticato un CARCINOMA al polmone (in settimana avra una risposta precisa sulle sue caratteristiche esatte) comunque questa famiglia è già un po nel panico perchè il dottore gli ha già preannunciato che non sarà possibile guarirlo ma solo curarlo per andar avanti il più possibile. Premetto che quest'uomo ha 58anni è un po sovrappeso ma non fuma e non ha mai fumato.
prima domanda come può un dottore senza neppure aver visto tutte le risposte definitive delle analisi dare una sentenza così drastica? se non mi sbaglio mi sembra che oggi un carcinoma polmonare si può anche guarire?! inoltre che suggerimenti ci possono essere?

grazie
saluti
Francesco

Risposta del 10 novembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Lei ci chiede di esprimere un parere sull'opinione espressa da un Collega sulla base di quello che il "dottore" in questione non ha "neppure visto". Sarebbe auspicabile, invece, riferirci cosa il Collega abbia visto. I tumori polmonari sono diversi e ciascuno con malignità più o meno marcata. Di un tumore maligno è importante anche conoscere lo "stadio" cioè, in termini semplici, la fase più o meno avanzata del male. E' chiaro che se sono presenti estensioni (metastasi) della malattia a vari livelli (es.: ossa, fegato), non solo il Collega interpellato, ma anche chiunque di noi manifesterebbe seri dubbi riguardo la possibilità di guarigione senza neanche aspettare l'esito di altri esami. So che questo discorso Le sembrerà molto "difensivo" nei confronti del Collega sul cui operato ci chiede di sindacare, ma se ci pensa bene è un discorso che non fa una grinza. Tornando a noi, pur non essendo un oncologo, non mi risulta che i progressi sulla terapia delle neoplasie polmonari siano tali da giustificare grandi ottimismi, tuttavia, come per molte altre neoplasie, se lo stadio non fosse avanzato (come mi auguro) le possibilità di guarigione ci sono, ma, Le ripeto, è importante anche sapere di quale specifica neoplasia si tratti.

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti