26/02/18  - Cardias beante - Stomaco e intestino

26 febbraio 2018

Cardias beante




Domanda del 26 febbraio 2018

Domanda


Salve. Ho sofferto di bulimia per più di 20 anni, risolta con gli psicofarmaci e psicoterapie oramai da circa 7 anni. Tuttavia mi è stata diagnosticata la gastrite con cardias beante con le gastroscopie nel 2011 e 2014, sono da anni in terapia , ultimamente solo con Lucen 40. 2 mesi fa ho avuto una bronchite, curata con gli antibiotici per 10 giorni, aerosol e sciroppi varie. La tosse dolorosa e faringe con forte iperemia, dolori dietro lo sterno non cessano. Oggi ho fatto la gastroscopia e biopsia. La cosa che mi ha sorpreso è che non ci sia alcun traccia del cardias beante. Com'è possibile? Mi è sempre stato detto che dovrò convivere con questa (molto fastidiosa!) patologia a vita. Sto mettendo in dubbio i risultati di questa gastroscopia, tra l'altro fatta in una struttura diversa dalle prime due. Ringrazio in anticipo per chiarimenti.
Risposta del 03 marzo 2018

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Se l' ultimo gastroscopista non ha segnalato il cardias beante è buon segno : significa che - tutto sommato - il suo cardias possiede ancora una buona capacità di aprirsi e chiudersi, cioè una buona elasticità

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Stomaco e intestino
21 maggio 2018
Notizie e aggiornamenti
Sindrome dell'intestino irritabile: un aiuto dai probiotici
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio
Stomaco e intestino
20 aprile 2018
Notizie e aggiornamenti
Diverticolosi. Alimentazione e fattori di rischio