04/05/15  - Cardiopatia ischemica - Cuore circolazione e malattie del sangue

04 maggio 2015

Cardiopatia ischemica




Domanda del 04 maggio 2015

Domanda


Salve Dottore, mi chiamo Antonio e le scrivo per mio padre. Mio Padre ha 68 anni, affetto da ipertrofia cardiaca, blocco di branca destra, FE 45% e ipertesione. 13 anni fa operato per l'inserimento di 2 bypass coronarici, uno con vena mammaria e un con safena (ad oggi occlusa ). Quattro anni fa inserimento di stent per rivascolare una vena cardiaca non di rilievo a detta del cardioloco e ha cominciato a prendere il Plavix oltre alla cardiospirina. Tre anni fa ha avuto un Ictus con piccola compromissione di linguaggio e in quel frangente si è deciso per il Duoplavin (insieme a 2 farmaci per ipertensionee 1 per colesterolo che già prendeva ). La scorsa estete a seguito di giorni di innalzamento di pressione (150-160 e poi lui nonostante tutto si affatica troppo in campagna) ha avuto una ischemia celebrale transitoria che aveva colpito il braccio sinistro ma si è ripreso. Ha continuato a prendere stessa terapia. Ora 2 settimane fa altro evento ischemico che ha colpito la gamba ma anche qui si è ripreso. Aggiungo che aveva un po'di pressione alta e in campagna ha esagerato veramente questa volta. .. . ora l'ha capito spero. Il punto è questo ora: in ospedale hanno voluto cambiare il DUOPLAVIN con Xeralta 20 mg, ma dalla lettera di dimissioni fatta leggere al suo cardiologo non c'e'presenza di fribrillazione atriale, e quindi secondo il cadiologo esterno non necessiterebbe di Xeralta ma di continuare la cura con Duoplavin. Io ho letto di tutto su Xeralta. Dottore può essere dato solo perchè siamo al terzo evento ischemico anche non in presenza di fibrillazione atriale? e poi sospendere il doppio effetto di Duoplavin per xeralta se non necessario può causare problemi? è da una settimana che lo prende e lo vedo più stanco e pressione 110 70. Concludo che da esami fatti, da un pò la Creatinina è 1, 4 mg.
Le cosa ne pensa?
La ringrazio tantissio per la sua risposta
Risposta del 10 maggio 2015

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Entrambi i farmaci servono per prevenire le trombosi. Presumo che il cambio sia stato suggerito dal fatto che con la terapia precedente ha avuto lo stesso dei problemi circolatori. Anche il secondo è ottimo, non solo nei casi di fibrillazione atriale.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue



Potrebbe interessarti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Cuore circolazione e malattie del sangue
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Integratori efficaci nella riduzione del colesterolo
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
Cuore circolazione e malattie del sangue
13 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Infarto. Riconoscerlo nelle donne
La cellulite
Cuore circolazione e malattie del sangue
04 giugno 2018
Patologie
La cellulite