10/06/04  - Cerotto anticoncezionale - Salute femminile

10 giugno 2004

Cerotto anticoncezionale





Domanda del 10 giugno 2004

Domanda: Cerotto anticoncezionale


Domanda di Salute femminile, inviata in data 10 giugno 2004.

La mia ginecologa mi ha sconsigliato di assumere la pillola anticoncezionale poichè dalle analisi del sangue ha rilevato valori di bilirubina più elevati rispetto alla norma, nonostante non abbia problemi epatici, che sarebbero da attribuire probabilmente a eredità genetica.Vorrei sapere se ho però la possibilità di usare il cerotto in quanto ho letto su numerose riviste che poichè esso utilizza la via transdermica non dovrebbe interessare il sistema gastrointestinale.é vero?Potrei prenderlo?
Grazie
Risposta del 15 giugno 2004

Risposta di SILVIA MENDOLICCHIO


La via di somministrazione transdermica (cerotto) non è nuova per gli estro progestinici si usa da tempo nella terapia della Menopausa . Il fatto di non assumere il farmaco per bocca non deve confondere le idee: estrogeni e progesterone vengono ugualmente assorbiti (attraverso la cute) ed entrano nel circolo ematico. Di fatto il vantaggio delle vie di somministrazione non orali è legato all'assenza del "primo passaggio epatico" che Influenza soprattutto il quadro lipidico (colesterolo e trigliceridi). Non è chiaro, da quanto da Lei esposto, che tipo di iperbilirubinemia Le è stata riscontrata. Nel caso si trasttasse della più comune, denominata Ittero di Gibert non mi risulta vi siano controindicazioni alla contraccezione ormonale sistemica per qualsiasi via venga somministrata.
Cordialmente

Dott.ssa Silvia Mendolicchio
Specialista convenzionato
TORINO (TO)




Il profilo di SILVIA MENDOLICCHIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute femminile



Potrebbe interessarti