09/12/04  - Chiarimento - Malattie infettive

09 dicembre 2004

Chiarimento




Domanda del 09 dicembre 2004

Domanda


Egregio DOttore, è da circa un mese che sono in ansia per un dilemma che cercherò di spiegarle nel miglior modo possibile. circa un mese fa mia moglie è stata affetta da vaginite ed abbiamo avuto un solo rapporto non protetto;il giorno seguente ho avuto un rapporto protetto dall'inizio alla fine con una prostituta, ma alla fine nel togliere il preservativo mi sono accorto che questo era sporco di un qualcosa che poteva assomigliare a sangue. alla mia domanda se avesse le mestruazioni mi ha risposto di no, Vi segnalo che nel gioco del toccare la mia mano ha sfiorato il suo seno che ha schizzato un po' di latte materno. qualche giorno dopo ho eseguito i test hiv, hvb, ebatiti varie ecc..(negativi)poi ho preso degli antibiotici(augmentin), poi ho eseguito gli esami per la prostata e l'urinocultura.Ho avuto anche dei sintomi, inizialmente bruciore nella minzione, stimolo frequente ad urinare( ma poi l'urina era minima) e forse un leggero prurito, ora lo stimolo è sparito come il leggero prurito, il bruciore non è costante ma ho un dolore al testicolo sinistro e sembra siano comparse delle macchioline violacee sul glande.....Che fare? aspetto con ansia una sua risposta. GRAZIE
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Malattie infettive
26 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute