27/02/13  - Cisti ovarica - Salute femminile

27 febbraio 2013

Cisti ovarica





Domanda del 27 febbraio 2013

Domanda: Cisti ovarica


Domanda di Salute femminile, inviata in data 27 febbraio 2013.

Ho 39 anni e ho una cisti di 3-4 cm circa all'ovaio sinistro dal febbraio del 2012. Sono in sovrappeso ma tutti i miei esami ematochimi e cardiologici sono perfetti. Espongo la mia situazione:
- luglio 2011 eseguito parto cesareo elettivo all'ottavo mese per placenta previa senza nessun problema; gravidanza perfetta;
- dopo 12 giorni dal cesareo ho due attacchi epilettici e dalla risonanza mi viene riscontrata una lesione al cervello in sede molto corticale compatibile con un'ischemia cerebrale; assumo farmaci antiepilettici per due mesi e anticoagulanti;
- gli esami ematochimici effettuati successivamente sono tutti nella norma, non vi è trombofilia, non vi è rischio cardiovascolare, e null'altro, anzi sono perfetti;
- alla seconda risonanza dopo 4 mesi non si vede più la lesione ischemica;
- passo alla cardioaspirina che assumo tuttora a titolo puramente precauzionale;
- trovano però il forame ovale pervio con passaggio di bolle solamente sotto sforzo (2 bolle), negativo a riposo; essendo il forame molto piccolo non è necessaria la chiusura;
- a febbraio del 2012 trovano una cisti ovarica di 3-4 cm. circa, rimasta invariata da allora;
- marker tumorali (CA125, CEA, CA 19.9) negativi;
- il ginecologo mi fissa per oggi la laparoscopia per asportazione della cisti ma all'ultimo minuto mi viene annullata perchè non si fidano ad operare con il forame ovale; secondo il ginecologo è rischioso, secondo il cardiologo no;
- un altro medico mi dice di rivalutare tutto tra 3 mesi, che posso anche tenerla sotto sorveglianza e che è una scelta solo mia se toglierla o meno, però d'altro canto visto che viaggio spesso sarebbe comunque opportuno toglierla per evitare una torsione in qualche paese sperduto del mondo.
Onestamente non capisco più niente: devo toglierla o no? è davvero così rischiosa l'operazione con il forame ovale pervio? attendo con ansia un consiglio. Grazie mille.
Risposta del 04 marzo 2013

Risposta di SANDRO CAMMELLI


ti suggerisco di controllarla ecograficamente e basta


Specialista in Ginecologia e ostetricia


Il profilo di SANDRO CAMMELLI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute femminile



Potrebbe interessarti