27/10/02  - Cistite ricorrente - Malattie infettive

27 ottobre 2002

Cistite ricorrente





Domanda del 27 ottobre 2002

Domanda: Cistite ricorrente


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 27 ottobre 2002.

Salve, sono una donna di 35 anni e mi capita di avere episodi di Cistite 2-3 volte l'anno, solitamente si risolvono in fretta con l'assunzione di antibiotici - ho notato però che questi episodi ricorrono in primavera ed autunno, periodi dell'anno in cui più spesso ricorro ad un abbigliamento "sintetico" soprattutto pantaloni (ma non biancheria intima) - vorrei sapere se ci può essere un nesso con la Cistite oppure no. Grazie per la risposta.
Risposta del 01 novembre 2002

Risposta di PROVVIDENZA FODALE


I tessuti che non lasciano traspirare normalmente la pelle(come quelli sintetici), specie in zone di per se a non facile aereazione, possono - oltre a provocare fenomeni di sensibilizzazione (cioe' "allergia") locali - determinare alterazioni locali di temperatura e umidita' che aiutano la moltiplicazione microbica. In questo senso, potrebbero favorire la comparsa di infezioni anche a carattere ascendente come la Cistite .

Dott. PROVVIDENZA FODALE
Specialista convenzionato
Specialista attività privata



Il profilo di PROVVIDENZA FODALE
Risposta del 01 giugno 2004

Risposta di EMILIO ITALIANO


Concordo nell'affermare che può esserci un nesso con i tessuti, ma ogni episodio di cosiddetta " Cistite " va sempre indagato e confermato con un esame di urine semplice e con delle urinocolture (anche con ricerca miceti) per la valutazione della carica batterica e della sensibilità agli antibiotici che certamente la lettrice avrà effettuato. Questo perchè talvolta le "cistiti", intendendo con tale termine una sintomatologia minzionale frequente e con bruciore, può essere invece dovuto ad altre patologie. Bisogna infine indivuduare altre "concause" delle ricadute della sintomatologia ed escludere cause predisponenti iniziando con un esame semplice come una ecografia dell'apparato urinario. Infine data l'età della paziente bisogna valutare eventuali infezioni del partner se vi è un nesso con i rapporti.

Dott. Emilio Italiano
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
PALERMO (PA)



Il profilo di EMILIO ITALIANO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti