10/08/04  - Cistite ricorrente - Salute maschile

10 agosto 2004

Cistite ricorrente





Domanda del 10 agosto 2004

Domanda: Cistite ricorrente


Domanda di Salute maschile, inviata in data 10 agosto 2004.

Buongiorno, Vi scrivo per disperazione e con disperazione attendo fiduciosa una risposta (l'ennesima, ma spero quella definitiva!). Ho 34aa e da 2 soffro di cistite ricorrente, ...molto ricorrente! Diciamo che una volta al mese mi torna e riesco a debellarla solo con l'uso di antibiotici. A provocarla è sempre l'Eschericchia Coli (100.000). All'inizio sono stata trattata con Ciproxin 500 1cpx2 x 10gg e 500x1 x altri 10gg. Dopo 20gg dalla sospensione puntualmente ricominciavano i sintomi. All'esame cistoscopico l'urologo aveva rilevato una stenosi classificabile come 2 (non so a cosa si riferisca tale numero), quindi sono stata sottoposta a dilatazioni uretrali mensili per 4 mesi in cui non ho più avuto cistiti. Sospese le dilatazioni è ricomparsa con dolori allucinanti che mi hanno costretta a rivolgermi al pronto soccorso dove un nuovo urologo mi ha sottoposta a flussometria e urodinamica. Con questi esami negativi ha assolutamente escluso che ci fosse una stenosi; il flusso era ottimo, non c'era ristagno (o meglio: solo 10cc) e tutti i parametri erano non buoni, ma eccellenti. Quindi ha sospettato un mancato rilassamento del pavimento pelvico. Così ho fatto per 3 mesi ginnastica vescicale con biofeed back. Visto il biofeed back si è però esclusa anche l'ipotesi di mancato rilassamento. E la cistite si continuava a ripresentare. Casualmente ho contattato un nuovo urologo che ni ha sospeso il Ciproxin e mi ha dato una terapia così impostata: Urotractin 400mgx1 per 15gg ogni mese per 3 mesi, Dicoflor 60 1 bust/die per 2 mesi, 2 litri di tisana (betulla, uvaursina, solidago) al giorno, dieta per acidificare l'urina, decontrarre le pareti uretrali, regolarizzare l'intestino. Tutto bene in questi 3 mesi. Ma appena terminato l'ultimo ciclo di Urotractin, dopo 20gg rieccola! L'urologo mi dice che ho deficit immunitari a livello vescicale, che devo rassegnarmi ad avere cistiti a vita e che appena sento i primi sintomi devo ricorrere immediatamente all'Urotractin 400mgx2x3gg, almeno finchè i batteri non sviluppano resistenzaquindi cambiare disinfettante per le vie urinarie. Possibile che non ci sia proprio nessuna soluzione più definitiva, o più a lungo termine? Dovrò andare avanti a vita ad assumere disinfettanti urinari e antibiotici ogni mese? Tra l'altro visto che sono allergica alle penicilline e intollerante a molti farmaci tra cui il Monuril (diarrea) e il Furadantin (addominalgia), quante resistenze potrò permettermi di creare? Premetto inoltre che mi scarico regolarmente. Ho solo un grosso problema di meteorismo quotidiano ormai da 15aa. Sto attentissima all'igiene, addirittura ho 2 asciugamani da bidet ( che ho soprannominato C e F!!). Dopo i rapporti mi lavo, urino e prendo un Urotractin (in media 1 rapporto a settimana), ho l'utero retroverso. Vi prego! Siete la mia ultima speranza! Aiutatemi! Vi ringrazio. Rosanna
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute maschile



Potrebbe interessarti