07/06/08  - Citologia nasale - Malattie infettive

07 giugno 2008

Citologia nasale





Domanda del 07 giugno 2008

Domanda: Citologia nasale


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 07 giugno 2008.

Salve ho 30 anni e volevo un parere su un problema che mi affligge da ormai 1 anno e mezzo. Posso definirlo come uno scolo retronasale che è comparso dopo un tipo di Raffreddore particolarmente forte e lungo caratterizzato da intensa produzione di muco. Dopo questo Raffreddore con intensita' variabile ho sempre del muco in gola e nel naso che mi porta spesso a dovermi schiarire la gola e a deglutire. Il mio medico curante in prima battuta ha pensato alla conseguenza di un reflusso gastroesofageo. Son stato anche da un pneumologo che ha escluso problemi polmonari anche visionando la radiografica del petto. Ho provato diversi rimedi,dall'aerosol ad antistaminici , ma il problema dopo un anno e mezzo permane (solo in piena estate è quasi completamente sparito). Son stato anche da un otorino,il quale ha constatato la deviazione del mio setto nasale e mi ha effettuato un prelievo dal naso di questi "muchi". L'esito è stato questo:

CITOLOGIA NASALE

neutrofili + - -
eosinofili + - -
mastcellule + - -
batteri - - -
miceti - - -
linfociti - - -
macrofagi - - -
polinucleazione - - -
emazie + + +
altro - - -

CONCLUSIONI: Verosimile NARES di grado moderato,lettura del vetrino fortemente limitata dalla presenza di numerose emazie.
Si consiglia Isomilla spray nasale, kestine , nasonex e levostab.

La mia domanda è se è normale la presenza di queste numerose emazie (credo siano tracce di sangue) e soprattutto a cosa è dovuta questa nares, che da quello che ho letto su internet non è una vera e propria allergia. Prima nn avevo mai avuto nessun tipo di problema. Questo sentirmi sempre il naso intasato, soffiarmelo e vedere questi muchi trasparenti appiccicaticci e filamentosi mi crea una situazione di fastidio e disagio notevole,mi crea irritabilita' e mi impedisce anche di fare sport.
Il fatto che abbia spesso un dolore al centro della schiena, accentuato quando fa parecchio freddo e che sempre in coincidenza di freddo particolare soffiandomi il naso trovo tracce di sangue visibili ad occhio nudo puo' indicare qualcosa di preoccupante? Il mio medico curante mi ha detto che potrebbero essere segno di una certa fragilita' anche se nn mi ha saputo spiegare di cosa....
Ho iniziato la terapia,ma finora non ho ottenuto alcun tipo di risultato.
Puo' essere legato all'ernia iatale da scivolamento di cui soffro? (sto facendo una cura a base di omeoprazen che finiro' a fine giugno). Puo' essere dovuto alle intolleranze alimentari che mi son state riscontrate? (non posso mangiare x un anno carne di maiale e agnello, mitili,crostacei, fragole, coloranti e conservanti).
Questa nares potrebbe essere dovuta a problemi di carattere immunitario?
Sarei grato se mi deste un vostro parere su questa situazione. Grazie.
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti