13/06/08  - Colica renale - Salute maschile

13 giugno 2008

Colica renale





Domanda del 13 giugno 2008

Domanda: Colica renale


Domanda di Salute maschile, inviata in data 13 giugno 2008.

Buongiorno. Sono un ragazzo di 32 anni e 15 giorni fa ho avuto una colica renale ( così mi han detto ) e sono andato al Pronto Soccorso, dove con 2 flebi, di cui uno di Toradol, mi hanno fatto passare il dolore e m hanno dimesso. Successivamente ho effettutao i seguenti esami: esame del sangue; esame delle urine; radiografia addome; ecografia addome; Dall esito di questi esami, non è risultato nessun calcolo, ma un valore di Euricemia alto ( 8,3 ) e dalla radografia si evince: ( cito testualmente le parole del radiologo ) " numerose calcificazioni, probabilmente flebitiche nello scavo pelvico." La mia domanda è la seguente: come devo comportarmi rigurdo all elevato tasso di acido urico nel sangue, e queste calcificazioni sono pericolose....se sì, cosa mi consigliate di fare? Nell attesa di una Vostra gentile risposta, vi faccio i più Distinti Saluti. Grazie.
Risposta del 16 giugno 2008

Risposta di SIMONE MAURELLI


Avendo una uricema aumentata è probabile che Lei abbia dei calcoli di acido urico
che peraltro possono esserre trattati "alcalinizzando" le urine tramite assunzione di bicarbonato.
Mi sembra importante eseguire comunque dei controlli per poter stabilire la causa dell'aumento dell'uricemia e controllare almeno con una ecografia i reni.
I calcoli di acido urico sono radiotrasparenti e quindi non visualizzabili con una normale lastra ma eventualmente con una ecografia o una UroTC ( tac addome e pelvi con ricostruzione tridimensionale)

Dott. Simone Maurelli
Medico Ospedaliero
Specialista in Urologia



Il profilo di SIMONE MAURELLI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Salute maschile



Potrebbe interessarti