10/05/02  - Colon irritabile e reflusso gastroesofageo - Stomaco e intestino

10 maggio 2002

Colon irritabile e reflusso gastroesofageo





Domanda del 10 maggio 2002

Domanda: Colon irritabile e reflusso gastroesofageo


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 10 maggio 2002.

Dal circa 5 mesi soffro di fastidi gastrici vari: difficoltà a digerire, eruttazioni continue (di notte scompaiono), meteorismo, sensazione di peso allo stomaco, acidità salturaria e qualche volta rigurgito, piccole fitte in tutta la pancia. Il mio medico mi ha detto che soffro di colon irritabile e di problemi di motilità (ho avuto analoghi problemi circa un anno e mezzo fa ma più lievi) e mi ha prescritto un procinetico che mi fa stare molto meglio. Qualche giorno fa ho smesso di prenderlo e sono riniziati tutti i fastidi soprattutto le eruttazioni, il peso allo stomaco e le piccole fitte. Prendo inoltre su prescrizione del gastroenerologo l'omeprazolo per sospetta MRGE. Sono preoccupata perchè dopo vari mesi non ho risolto i problemi. Mi chiedo se sono di facile risoluzione o se dovrò conviverci per sempre. Questo mi causa contunuo stress che sicuramente contribuisce ad acuire lo stato di malessere. La terapia che mi hanno prescritto è adeguata ai sintomi che ho descritto? Preciso che evito tutti i cibi che notoriamente potrebbero causare problemi digestivi legati alle patologie che mi hanno diagnosticato. Sarebbe auspicabile eseguire degli esami di accertamento, considerato che ad oggi non ho eseguito nessun esame strumentale ma solo visite generiche? Grazie dell'attenzione. Maria
Risposta del 13 maggio 2002

Risposta di ANTONIO MARRAFFA


Il suo medico ha ragione.Si tratta probabilmente di problemi di motilità gastrica.Non capisco invece,poichè lei non lo dice,su cosa si basa la diagnosi di colon irritabile.Per quanto riguarda la terapia,è corretto l'uso dei procinetici e dell'omeprazolo se vi è reflusso;tuttavia,non tralascerei,visti i suoi sintomi,di ricercare l'eventuale presenza di Helicobacter pylori ,una Rx dell'esofago e stomaco,insieme ad una Ph-metria.

Dott. ANTONIO MARRAFFA
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata



Il profilo di ANTONIO MARRAFFA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti