30/06/04  - Come avere info sugli psicoterapeuti? - Mente e cervello

30 giugno 2004

Come avere info sugli psicoterapeuti?





Domanda del 30 giugno 2004

Domanda: Come avere info sugli psicoterapeuti?


Domanda di Mente e cervello, inviata in data 30 giugno 2004.

Buongiorno
probabilmente e' una domanda che vi viene posta spesso, ma vorrei capire se e come posso scegliere o avere indicazioni sul psicoterapeuta piu' appropriato.
Vivo a Milano, e vorrei confrontarmi con uno psicoterapeuta (maschio) per cercare di capire meglio la mia Ansia (direi terrore) nei rapporti con gli altri che non siano regolati da formule con un certo grado di prevedibilita' (lavoro, gruppi specifici) e il mio dare enorme importanza alla fiducia, il mio bisogno di una fiducia totale ed esclusiva (vorrei capire da dove arriva la fiducia e perche' e' cosi' importante per me).
Mi sono anche accorto di aver completemante sottovalutato e anzi ignorato per tutti questi anni la morte di mio fratello maggiore; avevo solo 5 anni e mi sono ritrovato con un immenso dolore solo l'anno scorso quando ho partecipato ad un gruppo di meditazione.
Inoltre mi piacerebbe anche esplorare piu' a fondo la mia sessualita'.
Esistono anche dei servizi di "orientamento" pubblici ? Funzionano bene a Milano?
Molte grazie

Risposta del 05 luglio 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Gentile utente, in quell'arena che è il campo della psicoterapia, un servizio di orientamento scontenterebbe esattamente come il fai-da-te ...
La cosa chiara, da quello che scrive, è che lei ha bisogno di un analista. Le due grosse scuole analitiche sono quelle derivate da Freud e da Jung.
I freudiani e i lacaniani (derivazione) lavorano più in silenzio, con l'uso del classico lettino, e le interpretazioni di ciò che viene raccontato girano sui bisogni, desideri e sul rapporto tra analista e analizzato.
Gli junghiani lavorano viso a viso con le persone, spesso si occupano dei sogni e molti di loro usano strumenti di ordine creativo (sabbia, disegni, fiabe ...) per attivare il lavoro. Ritengono che oltre il lavoro sui problemi che la vita ha presentato alla persona, si presenti lo spazio per un lavoro di significato più ampio, in genere di ordine spirituale.
Potrebbe trascorrere le vacanze leggendo un paio di libri molto simpatici, che raccontano la vita e le teorie di Freud e di Jung a fumetti. In questo modo si farà un'idea di che cosa è più attinente alla sua personalità e alle sue aspettative.
Entrambi i volumi, "Freud" e "Jung - Per cominciare" sono editi dalle Edizioni Universali Economiche Feltrinelli.
Un cordiale saluto.

Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Mente e cervello



Potrebbe interessarti
Telelavoro: pregi e difetti
Mente e cervello
15 novembre 2017
News
Telelavoro: pregi e difetti
A passo di danza si invecchia meglio
Mente e cervello
09 novembre 2017
News
A passo di danza si invecchia meglio