12/06/04  - Condizionamento - Malattie infettive

12 giugno 2004

Condizionamento





Domanda del 12 giugno 2004

Domanda: Condizionamento


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 12 giugno 2004.

come si dovrebbero condizionare gli ambienti chiusi destinati al lavoro , che differrenza di temperatura dovrebbe esserci tra ambiente condizionato e esterno?
grazie
buon giorno
Risposta del 15 giugno 2004

Risposta di ANTONIO CIRILLO


Il condizionamento degli ambienti destinati a lavoro dipende dalla tipologia della lavorazione che viene effettuata e dai requisiti dell'ambiente ove viene effettuata la lavorazione. Comunque tutta la materia è regolamentata da norme di legge e da linee guida specifiche di cui deve essere a conoscenza il datore di lavoro che si deve avvalere di un medico competente e di un Servizio di prevenzione e protezione ambientale; in queste linee guida sono contemplate anche i limiti delle temperature e degli altri parametri ambientali rispetto all'esterno.


Dott. Antonio Cirillo
Pubblica amministrazione



Il profilo di ANTONIO CIRILLO
Risposta del 16 giugno 2004

Risposta di ELENA LETIZIA SOFIA MASSA


Tra ambiente chiuso condizionato e ambiente esterno non dovrebbero mai esserci più di 10 gradi di differenza, l'ideale sarebbe di 5 o 6 gradi. Importante è adottare condizionatori con deumidificatore e pulire frequentemente i filtri dell' impianto di condizionamento.

Dott.ssa Elena Massa



Il profilo di ELENA LETIZIA SOFIA MASSA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti