20/05/02  - Consulenza per stomaco - Stomaco e intestino

20 maggio 2002

Consulenza per stomaco





Domanda del 20 maggio 2002

Domanda: Consulenza per stomaco


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 20 maggio 2002.

Due anni fa, a seguito di forti dolori retrosternali fui sottoposto ad indagini cardiologiche che risultarono negative, dopodiché mi fu consigliata una gastroscopia da cui emerse la presenza di una gastrite erosiva antrale, ma senza segni di ernia iatale e senza segni di sofferenza esofagea. Dal mese di novembre soffro di una tosse stizzosa in concomitanza di un bruciore alla gola e raucedine e un continuo bisogni di raschiarmi la gola. Il medico di famiglia mi ha prescritto una radiografia del torace e poi anche una TAC, ma entrambe le indagini sono risultate negative. Sono stato visitato dieci giorni fa da uno otoiatra che a seguito di una laringoscopia, mi ha riscontrato una tracheite spastica e una cordite e mi ha prescritto una compressa di Omeprazen 20 al giorno per due mesi, da ripetere ciclicamente, e un cucchiaio di sciroppo Zaditen 0,2 g/l di sera per un mese. Devo dire che con questa terapia la situazione è sensibilmente migliorata, ma tuttavia a volte mi vengono da fare lievissime eruttazioni, mi ritorna il bruciore alla gola e poi subito dopo si ripresenta la tosse. Fatta questa premessa, dal momento che il mio problema, come mi è stato detto è riferibile ad una malattia da reflusso, vorrei sapere se la terapia prescrittami è corretta e in caso affermativo se deve essere potenziata nel dosaggio, soprattutto per quanto riguarda l'Omeprazen, visto che il miglioramento non è ancora stabile ed inoltre vorrei conoscere se a supporto della terapia, devo osservare anche una dieta specifica nella qualità e nella quantità.
Risposta del 21 maggio 2002

Risposta di ANTONIO MARRAFFA


Dai sintomi che lei cita,si può escludere una malattia da reflusso.Per vari motivi:la Tosse è un indice di irritazione delle vie aeree e la stessa diagnosi di Tracheite fatta dall'ORL lo conferma.Quest'organo non ha nulla a che vedere con l'esofago(anche se contiguo),che è l'organo interessato nella malattia da reflusso.

Dott. ANTONIO MARRAFFA
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata



Il profilo di ANTONIO MARRAFFA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Stomaco e intestino
28 settembre 2017
Notizie
L’intestino irritabile si cura con la dieta personalizzata
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada
Stomaco e intestino
15 settembre 2017
Notizie
Reflusso acido? Ecco la giusta alimentazione per tenerlo a bada