26/02/13  - Crampi fame e meteorismo - Stomaco e intestino

26 febbraio 2013

Crampi fame e meteorismo





Domanda del 26 febbraio 2013

Domanda: Crampi fame e meteorismo


Domanda di Stomaco e intestino, inviata in data 26 febbraio 2013.

salve, vorrei un parere in merito al mio problema.
ho avuto un dimagrimento di 6-7kg a settembre scorso in 10 giorni al rientro da una vacanza in india senza grossi episodi di diarree o nausee. ho cominciato una serie di controlli da settembre a gennaio, che mi ha creato una tensione ed un Ansia incredibile. tale da avere i muscoli tesissimi e problemi di stabilità nel camminare (cosa che ora sta passando ). fortunatamente tutte le visite (infett. gastroent. ecc) e tutte le analisi (veramente tante) sono perfette fino a gennaio. detto questo se non fosse per l Ansia, credo che sarei in splendida forma. ho recuperato il peso. il problema è questo: aria intestinale in quantità industriali (comprensibile per la tensione ), con un odore pesantissimo e crampi di fame ogni 2 ore circa inspiegabili (notte compresa) da ottobre ad oggi. l assimilazione è ok, non perdo peso, anzi, mangiando ogni 2 ore lo metto su. il gastroenterologo, con teorie di dispepsie tipo eps, mi ha fatto fare 15gg ansoprazolo, 30gg esopral, 40gg pariet-riopan-ranidil. senza alcun minimo risultato. EGDS negativa. non ho cmq ne dolori ne bruciori. solo fame ogni due ore con relativi rumori dello stomaco. la notte mi sforzo di non mangiare e la mattina mi sveglio come se non mangiassi da 2 giorni. prima non ho mai avuto problemi del genere. faccio attività sportiva, mangio correttamente cose sane, evito lattosio su consiglio medico. la teoria dell ultimo gastroenterologo è che l intestino (dopo aver verificato con ecografia che è pieno di aria e in alcuni punti di liquido ), prema sullo stomaco, quando digerisco che il cibo si sposta nell intestino, fa si che l aria si sposti nello stomaco e le contrazioni intestinali liberino lo stomaco pressato creando questa sensazione di vuoto e fame. questo è cio che ho interpretato io, probabilmente ho capito male. vorrei se possibile un altro parere. ovviamente sto curando l aspetto psicologico in terapia. grazie, cordiali saluti andrea
Risposta del 27 febbraio 2013

Risposta di ALBERTO TITTOBELLO


Quando si soggiorna in un Paese esotico, è possibile che la nostra flora batterica venga alterata da parte di batteri diversi da quelli a cui il nostro intestino è abituato. Ciò anche senza prendere una vera gastroenterite. Le suggerirei di fare dei cicli con abbondanti dosi dei moderni fermenti lattici, chiamati probiotici e di prendere dopo ogni pasto uno dei tanti prodotti che si oppongono all'eccessiva formazione di aria, come il simeticone.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Milano (MI)

Il profilo di ALBERTO TITTOBELLO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Stomaco e intestino



Potrebbe interessarti