06/06/08  - D-dimero 350ng/ml in anziano - Malattie infettive

06 giugno 2008

D-dimero 350ng/ml in anziano





Domanda del 06 giugno 2008

Domanda: D-dimero 350ng/ml in anziano


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 06 giugno 2008.

Mia nonna di 90 anni ha fatto degli esami per un controllo e il D-dimero è risultato 350ng/ml (v.n. indicati 300). Non ha sintomi particolari, soffre di colite cronica e diverticolosi, l'anno scorso ha avuto una emorragia importante dal colon per cui le hanno fatto sospendere l'aspirinetta che prendeva per motivi precauzionali. Ha una modesta insufficienza venosa alle gambe per cui porta calze elastiche.
Il medico di famiglia mi ha detto che è il valore normale per la sua età, mi chiedevo se non fosse il caso di fare altri accertamenti.

Grazie
Risposta del 09 giugno 2008

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Più che per l'età potrebbe essere anche per via della patologia che la nonna potrà presentare un modesto incremento del D-dimero. Se,infatti, ci fossero dei frequenti fenomeni emoragici che accompagnano la colite in presenza di emorragie ci saranno anche gli associati fenomeni coagulatori e il D-dimero è un prodotto che deriva, appunto, dalla degradazione dei coaguli. Ovviamente, però, il dato va tenuto sotto controllo perchè un aumento del D-dimero può anche essere espressione di predisposizione ad eventi trombotici, anch'essi frequenti in soggetti con l'età della nonna. Ma questo sono certo che il Suo medico tiene già presenti queste cose. Saluti

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
Specialista in Ematologia
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Risposta del 10 giugno 2008

Risposta di DANIELE LA FORGIA


Il D-dimero è un valore che indicherebbe una coagulopatia ma è altamente aspecifico a questi livelli in quanto oltre a indicare un'embolia polmonare o una Trombosi degli arti inferiori ad esempio, potrebbe indicare anche semplicemente un qualsiasi tipo di infiammazione compresa la colite e la diverticolosi ( Diverticolite ?) che mi riporta. In questi ultimi due casi, come dice il suo medico, si può far poco vista l'età tranne una dieta leggera e ricca di liquidi.
In generale su pazienti molto anziani non bisognerebbe esasperare la diagnostica se la sintomatologia non è importante, altrimenti bisognerebbe valutare in base alla clinica (se vi è dolore e gonfiore importante agli arti inferiori un eco-color-doppler, con difficoltà respiratorie una angio-TC torace che utilizza però Mezzi di contrasto a cui la signora potrebbe però anche essere allergica!).
Cordiali saluti.

Dott. Daniele La Forgia
Universitario
Specialista in Radiodiagnostica
GENOVA (GE)



Il profilo di DANIELE LA FORGIA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti