09/10/04  - DEFIBRILLATORE - Malattie infettive

09 ottobre 2004

DEFIBRILLATORE





Domanda del 09 ottobre 2004

Domanda: DEFIBRILLATORE


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 09 ottobre 2004.

MILANO,9 OTTOBRE 04 GENTILE DOTTORE FACENDO DELLE RICERCHE TRAMITE INTERNET,HO SCOPERTO CHE LE CAUSE DI UN ARRESTO CARDIACO SONO LE SEGUENTI: FIBRILLAZIONE VENTRICOLARE TACHICARDIA VENTRICOLARE ASISTOLIA ATTIVITA’ELETTRICA SENZA POLSO AVREI BISOGNO IL SEGUENTE CHIARIMENTO: IL DEFIBRILLATORE SI USA IN TUTTI I CASI DI ARRESTO CARDIACO DESCRITTI SOPRA,O SOLO IN ALCUNI CASI? GRAZIE PER LA CORTESE ATTENZIONE CORDIALMENTE VOLPI GIOVANNI
Risposta del 16 ottobre 2004

Risposta di MARIA DOMENICA SORBO


Gentile Sig. Volpi,
la defibrillazione con controshock elettrico è la terapia di elezione della fibrillazione ventricolare soprattutto nelle fasi precoci dell' Infarto miocardico acuto perchè ne modifica in senso positivo la mortalità. Per questo sta avendo diffusione nei luoghi molto frequentati, conferenze, congressi, partite di calcio, gare agonistiche.
Sono in corso progetti per istruire personale non specializzato al suo utilizzo per il notevole impatto che tale terapia può avere sulla sopravvivenza di un paziente con attacco cardiaco.
La defibrillazione può avere indicazione anche nella tachicardia ventricolare ad alta frequenza non ben tollerata (calo di pressione, perdita di coscienza), non ha indicazione nell'asistolia e nella dissociazione elettromeccanica (attività elettrica senza polso

Cordialmente


Dott. Maria Domenica Sorbo
Medico Ospedaliero



Il profilo di MARIA DOMENICA SORBO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti