23/07/03  - Depressione - Mente e cervello

23 luglio 2003

Depressione




Domanda del 23 luglio 2003

Domanda


dopo circa tre anni di trattamento del mio stato
depressivo,con paroxetina,mi è stata consigliata la sertralina,purtroppo però questo
principio attivo,anche se a basse dosi,mi provoca disturbi collaterali,so bene che questi
trattamenti sono molto personali.Vorrei in linea
di massima conoscere le caratteristiche dei vari principi attivi e i loro effetti collaterali,
soprattutto della fluoxetina,sertralina, fluvoxamina,paroxetina,citalopram.
Risposta del 30 luglio 2003

Risposta di MAURO MILARDI


La sertralina, la fluoxetina, la fluvoxamina, la paroxetina, il citalopram sono tutte molecole che aumentano selettivamente la trasmissione serotoninergica, riducendo anche il tono dei recettori adrenergici, senza indurre particolari effetti sedativi. Hanno una latenza di azione di circa una settimana, ma potrebbero non avere effetti sulla depressione se questa non è legata ad una problematica serotoninergica. Gli effetti collaterali principali possono essere nausea, tensione muscolare, cefalea e, per alcuni, iniziale perdita di peso. Eistono molte altre "sfumature" relativamente agli effetti collaterali, ma mi sembra poco opportuno "leggersi" tutto il foglietto illustrativo, se non altro per evitare possibili suggestioni.

Dott. MAURO MILARDI
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata


Il profilo di MAURO MILARDI
Per rispondere alla domanda clicca qui

Sei un medico? Clicca qui e scopri come aderire al servizio.


Domande e risposte di Mente e cervello



Cerca nel sito


Cerca in

ARTICOLI     FARMACI     


Schede patologia


Cerca il farmaco


Potrebbe interessarti
Paura di volare
Mente e cervello
17 gennaio 2018
Notizie
Paura di volare
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Mente e cervello
04 gennaio 2018
Notizie
Adolescenti: gli smartphone alterano il ritmo sonno-veglia
Depressione: tale padre, tale figlio
Mente e cervello
26 dicembre 2017
Notizie
Depressione: tale padre, tale figlio