27/11/04  - Diagnosi esame fertilità maschile - Sessualità

27 novembre 2004

Diagnosi esame fertilità maschile





Domanda del 27 novembre 2004

Domanda: Diagnosi esame fertilità maschile


Domanda di Sessualità, inviata in data 27 novembre 2004.

caro dottore, ho 38 anni e io e mia moglie vogliamo avere figli, recentemente mi sono sottoposto al test di fertilità e non mi è chiara la diagnosi che mi hanno fatto: REPERTO ANORMALE oligozoospermia (assente) astenozoospermia (presente grave) teratozoospermia (assente) Ecco i valori: esame chimicofisico volume in mm 3,3 ph 7,2 viscosità presente liquefazione +++ descriz. microscopica n. spermatozoi 200 (valore di rif. >=20) milioni per eiaculato 660 (valore di rif. >=40) motilità degli spermatozoi dopo 60 min tipo a lineare attiva o% (valore di rif. A>=25%) tipo b lineare non attiva44% (valore di rif. a+ b>=50%) tipo c non progressiva 4% tipo d immobili 52% esame morfologico forme normali 37% (valore di rif. >=30) anomalie della testa 52% anomalie tratto intermedio 2% anomalie della coda 9% cellule rotonde (milioni per ml) 2 cellule della spermatogenesi 88% leucociti 12% cellule epiteliali presenti emazie assenti batteri assenti
Risposta del 01 dicembre 2004

Risposta di GIOVANNI BERETTA


Un solo esame del liquido seminale non permette mai di fare una diagnosi di dispermia. Ripeta l'esame e se si conferma il dato consulti un andrologo. Cordiali saluti. Dr Giovanni Beretta andrologo urologo.

Dott. Giovanni Beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)



Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Sessualità



Potrebbe interessarti