06/01/05  - DIMINUZIONE CAPACITA' UDITIVA - Malattie infettive

06 gennaio 2005

DIMINUZIONE CAPACITA' UDITIVA




Domanda del 06 gennaio 2005

Domanda


Buongiorno Dottore. Grazie per la disponibilità. Sono convalescente da una sindrome influenzale piuttosto aggressiva. La caratterisca strana è che non mi ha dato effetti come starnuti o naso che cola o tosse. Ho avuto febbre media (37/38),sensazione di ossa rotte e faringite,sinusite e orecchie tappate. Questo ha fatto si che il mio organismo non espellesse il catarro formato. Il mio medico mi ha visitato e mi ha prescritto VELAMOX e un espettorante Ha detto che avevo paercchio catarro sedimentato. Mi ha prescritto anche dei fumenti. Ora l'influenza vera e propria è passata e a distanza di tre giorni mi trovo con le orecchie che ronzano e con una diminuzione della capacità uditiva. Il medico aveva esaminato le orecchie con l'otoscopio e aveva detto che erano pulite. Sono passati diversi giorni e la situazione non cambia. Ne migliora ne peggiora. Cosa posso fare per ripristinare il livello uditivo ?? A a che servono e che ne pensa dei coni di cera cinesi ?? Proseguire i fumenti è terapeutico per le orecchie ??? Giuseppe Pavia
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Ultime risposte di Malattie infettive



Potrebbe interessarti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Malattie infettive
26 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Contrasto all’antibiotico-resistenza: usare gli antibiotici solo quando servono.
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Malattie infettive
22 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Micosi delle unghie dei piedi: cosa fare per combatterla
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute
Malattie infettive
14 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Con l'HIV non si scherza. La campagna del Ministero della Salute