26/09/04  - Dolore al petto - Malattie infettive

26 settembre 2004

Dolore al petto





Domanda del 26 settembre 2004

Domanda: Dolore al petto


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 26 settembre 2004.

Egr.Dottore,
Ho 62 anni e pur non soffrendo di alcuna patologia, mi considero un soggetto a rischio in quanto entrambi i miei genitori(ed i fratelli di mio padre) hanno avuto l’ Infarto sia pure dopo aver superato i 55 anni di età.Da diversi anni,quindi, mi sottopongo ad accertamenti(esami del sangue sempre nella norma ad eccezione del colesterolo totale pari a 230 su 220 ma con HDL pari a 49) ed annualmente ad un ecg da sforzo che nel 1998 ha evidenziato un blocco completo di branca sinistra confermato anche da un ecocardiogramma con il seguente referto:”Nei limiti le dimensioni delle cavità cardiache.Movimento anomalo del setto I.V.(BBSN)Buone le cinque segmentarie.”
Quest’anno,nel mese di agosto, a seguito di un dolore al petto-sotto la mammella sinistra-associato ad un leggero indolenzimento dell’avambraccio sinistro il mio cardiologo ha deciso di sottopormi ad una scintigrafia miocardica da stress e riposo che ha dato il seguente referto:
“99mTc-Tetrafosmina
Test farmacologico al Dipiramolo monocarico(0,56 mg/Kg)
Tecnica tomografica
Paziente portatore di blocco completo di branca sn
L’esame scintigrafico evidenzia in fase di stress:
Ventricolo Sn con aumento dei diametri cavitari e nel contesto aree di ridotta captazione del tracciante in sede anteriore ed inferiore non reversibili a riposo;
Si osserva inoltre ipocaptazione del radiocomposto a livello del setto anch’essa non reversibile a riposo ma di non univoco significato per la presenza del disturbo di conduzione associato(blocco di branca sn)”
Il mio cardiologo, che mi ha in cura da sempre, dopo aver preso visione del referto sopra descritto mi ha detto che l’esame può comunque essere considerato negativo e di stare tranquillo(sono un paziente molto ansioso)
E’ vero che in presenza di un blocco completo di branca sinistra la scintigrafia miocardica può dare anche risultati falsamente anormali?
Gradirei un Suo cortese parere al riguardo.
Ringrazio e saluto.
F.to Antonio






Risposta del 29 settembre 2004

Risposta di VINCENZO MARTUCCI


Considerata la familiarità e i piccoli problemi evidenziati agli esami strumentali cui s'è sottoposto la scelta di farsi seguire con regolarità da un cardiologo è sicuramente quella giusta. Mi lascia perplesso che rivolga in questa sede la domanda relativa all'attendibilità della scintigrafia in presenza di BBS. Chi meglio del Suo cardiologo di fiducia può fornirle la risposta?

Dott. vincenzo martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)



Il profilo di VINCENZO MARTUCCI
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti