04/12/04  - Dolori al risveglio - Malattie infettive

04 dicembre 2004

Dolori al risveglio





Domanda del 04 dicembre 2004

Domanda: Dolori al risveglio


Domanda di Malattie infettive, inviata in data 04 dicembre 2004.

Gentili dottori, ogni mattina, al risveglio, provo dolori alle braccia e alle mani, con difficoltà di movimento e carenza di forza. Nel corso della giornata il dolore via via scompare, ma permane la carenza di forza e la ipersensibilità delle dita ad ogni piccola stretta.Il medico di famiglia mi ha fatto effettuare analisi del sangue per evidenziare reumatismi, poi elettromiografia per valutare problemi ai muscoli e ai nervi, quindi una TAC di tutta la zona cervicale per cercare qualcos'altro, ma tutte le analisi hanno dato valori del tutto nella norma. Solo la TAC, come referto accessorio, ha evidenziato un nodulo tiroideo di circa 1 cm, che però mi è stato detto del tutto incompatibile con i sintomi che accuso (in ogni caso non avverto alcun problema alla tiroide). Il medico, non sapendo più che pesci prendere, mi ha consigliato una visita da un fisiatra. In attesa di effettuarla, sapreste indicarmi una patologia compatibile con i problemi che avverto? Questi sintomi sono collegabili in qualche modo al mio sentire sempre freddo? Premetto che negli ultimi anni non ho avuto problemi di salute, salvo una leggera carenza di ferro prontamente corretta. Distinti saluti, Bina '76
Risposta del 07 dicembre 2004

Risposta di GIUSEPPE DUGO


Gentile Signora, dovrebbe essere più specifica sulla qualità del sonno (difficoltà a prendere sonno, a mantenerlo, risvegli precoci, agitazione ), mal di testa, sensazione di vertigine o instabilità, specificare anche se la attuale condizione familiare e socio-lavorativa la preoccupa, o se in quest'ultimo periodo si sente con un umore variabile e/o irritabile. Se nota qualche cambiamento dello stato dell'umore, potrebbe trattarsi di una maggiore tensione muscolare che, a causa del suo persistere, viene espessa con una sintomatologia di tipo " da somatizzazione ".
Pertanto potrebbe in ultima analisi effettuare una visita Psichiatrica.

Dott. Giuseppe Dugo
Specialista attività privata



Il profilo di GIUSEPPE DUGO
Risposta del 07 dicembre 2004

Risposta di GIUSEPPE DUGO


Dimenticavo di valutare anche una TAC cerebrale, nel caso non l'avesse già fatta.
Distinti Saluti

Dott. Giuseppe Dugo
Specialista attività privata



Il profilo di GIUSEPPE DUGO
Risposta del 08 dicembre 2004

Risposta di GIULIA MARIA D'AMBROSIO


La prima visita visita che farei è una visita neurologica, magari presso una clinica universitaria.
C'è qualcosa che non va a livello di muscoli e nervi, anche se sembra un problema sfumato.
Per favore, ci tenga informati. Un caro saluto.


Dott.ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)



Il profilo di GIULIA MARIA D'AMBROSIO
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Malattie infettive



Potrebbe interessarti