28/02/13  - Dolori Lombosacrali L1 S1 - Scheletro e Articolazioni

28 febbraio 2013

Dolori Lombosacrali L1 S1





Domanda del 28 febbraio 2013

Domanda: Dolori Lombosacrali L1 S1


Domanda di Scheletro e Articolazioni, inviata in data 28 febbraio 2013.

Gentilissimi Dottori,
chiedo aiuto e un consulto da voi riguardo ad un disturbo che affligge mia madre.
Mia madre di 65 anni ha problemi alla schiena e precisamente nella zona lombosacrale che provoca dolori prolungati ai quali gli anti-dolorifici non danno sollievo, ed anche punture, massaggi e fisioterapia non danno risultati.
In merito a questo vi chiedo se sia possibile effettuare un trattamento chirurgico e quale che possa mettere in sesto la sua salute. A tal proposito allego il referto della sua risonanza magnetica effettuata presso l'ospedale Meyer di Firenze.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra professionalità e cortesia, si accettano volentieri consigli riguardo a cliniche e medici specializzati.



Rm colonna lombosacrale
Quesito clinico: lombosciatalgia
Tecnica d'esame: indagine RM eseguita con magnete 1,5 T, in condizioni di base mediante
sequenze TSE, T1w secondo piani sagittali, T2w secondo piani sagittali ed assiali e STIR
secondo piani sagittali
Descrizione dell'esame:
L'indagine odierna mostra netta riduzione della fisiologica lordosi lombare in clinostatismo.
Retrolistesi di L5 su S1 (grado I secondo Meyerding) e lieve listesi di L4 su L5.
Diffusa riduzione del segnale dei dischi intersomatici del tratto in esame, più marcata nel tratto
L3-S1, in rapporto ad alterazioni degenerativo-disidratative; netta riduzione in altezza del disco
intersomatico L5-S1 ed in minor misura di quello ad L4-L5.
A livello L1-L2, L2-L3: conservato il profilo discale posteriore.
A livello L3-L4: minimo bulging discale in assenza di significativa impronta sulla superficie
ventrale del sacco durale.
A livello L4-L5: marcato bulging discale ad ampio raggio che associato alla retrolistesi di L5
determina riduzione in ampiezza del canale vertebrale a tale livello con compressione sulla
superficie ventrale del sacco durale ed iniziale impegno neuroforaminale caudale bilaterale.
A livello L5-S1: bulging .....
La domanda è in attesa di risposta.
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Scheletro e Articolazioni



Potrebbe interessarti
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Scheletro e articolazioni
03 ottobre 2017
News
Attività fisica: le buone abitudini resistono negli anni
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Scheletro e articolazioni
25 settembre 2017
Interviste
Mal di schiena e dolore cervicale: come riconoscerli, gestirli ed evitarli
Troppa Tv mette a rischio la mobilità
Scheletro e articolazioni
12 settembre 2017
News
Troppa Tv mette a rischio la mobilità