28/05/08  - Edema maculare nervo ottico. - Occhio e vista

28 maggio 2008

Edema maculare nervo ottico.





Domanda del 28 maggio 2008

Domanda: Edema maculare nervo ottico.


Domanda di Occhio e vista, inviata in data 28 maggio 2008.

Gentilissimo dottore. Due anni fa ho scoperto di avere un'edema maculare al nervo ottico destro. All'inizio percepivo una macchiolina scura nella visione superiore. All'esame dell'oculista è stato riscontrato quanto già detto . Mi è stato consigliato di fare analisi con mezzo di contrasto ma per paura( avevo già avuto una reazione allergica, anni prima ad una anestesia locale) non ho fatto alcun esame . Tra l'altro non ho potuto usare neanche il cortisone essendo intollerante . Ho preso solo vitamina del complesso B. Ho sperato, con il tempo che potessi riacquistare la visione e invece la macchiolina si è espansa a tutto l'occhio diventando come una nebbia. Certo riesco a vedere ma non più a leggere, se non da vicino con una lente a forte ingrandimento. Il mio campo visivo, ( occhio destro ) è molto offuscato. C'è un particolare: Guardando in avanti senza spostare l'occhio mi rendo conto che la parte sinistra del campo è nitida, la parte superiore anche e la parte destra anche. Sono compromesse, per la lettura, la parte centrale e la parte inferiore. Esiste una lente paritcolare che convogli la visione periferica al centro per tornate a vedere con vsione centrale? Grazie Amedeo
Risposta del 31 maggio 2008

Risposta di FEDERICO FRIEDE


Gentile paziente,
esisitono lenti di ogni tipo, ma nel suo caso non è questione di lenti, ma di patologia della retina.
Evitare di fare l'esame prescritto dallo specialista per paura è assurdo. Anche se in passato lei ha avuto una reazione allergica ad un mezzo di contrasto, la fluoroangiografia (l'esame che le fu prescritto) impiega un colorante, non un mezzo di contrasto, ed in ogni caso ci si può mettere al riparo da possibili reazioni con una idonea profilassi antiallergica.
Nel mio servizio, come in tutti i centri di angiografia retinica, abbiamo un protocollo standard. Se sospettiamo una possibile allergia prescriviamo i farmaci necessari prima dell'esame e tutto procede in assoluta serenità. In caso di problemi è comunque sempre presentre un anestesista rianimatore.
Non pensi quindi a soluzioni faidatè, ma piuttosto faccia nuovamente esaminare la sua patologia e senta se è curabile. Agli occhiali ci si pensa dopo.
Cordiali saluti

Dott. Federico Friede
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
FELTRE (BL)



Il profilo di FEDERICO FRIEDE
Risposta del 31 maggio 2008

Risposta di FEDERICO FRIEDE


Errata corrige: non mezzo di contrasto ma anestetico locale.
A maggior ragione non c'è motivo di preoccupazione nell'affrontare la FAG.

Dott. Federico Friede
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Oftalmologia
FELTRE (BL)



Il profilo di FEDERICO FRIEDE
Sei un medico e vuoi dare una risposta? Clicca qui

Per scoprire come diventare un esperto di Dica33 clicca qui.


Domande di Occhio e vista



Potrebbe interessarti